2016 l’anno più caldo. Il quarto in Italia

Ne avevamo già parlato i primi di gennaio con i primi dati del 2016 che emergevano e dalle nostre rilevazioni che il trend era sopra media. Ora abbiamo la conferma con le dichiarazioni congiunte della Nasa, della Noaa, dello Uk Met Office e l’ufficio meteo Giapponese i quali, come immaginato, hanno tolto ogni dubbio: il 2016 ha fatto registrare un triste primato con la temperatura a livello globale più alta mai registrata da quando si è iniziato a misurarle scientificamente, ossia a partire dall’anno 1880, battendo cosi anche i precedenti anni 2015 e 2014 con un +0,94°C sopra la media.

Pillole di Mercalli – 2016, l'anno più caldo della storia mete…

Pillole di Mercalli – 2016, l'anno più caldo della storia meteorologica. Una sega da legno per capire la differenza tra variabilità climatica naturale e tendenza a lungo termine. Appuntamento con Luca Mercalli sulla pagina Facebook di Rainews.it tutti i lunedì e i mercoledì

Posted by Rainews.it on Dienstag, 24. Januar 2017

 

Abbiamo aggiunto qui sopra una pillola del Meteorologo Luca Mercalli, il quale ci spiega con un semplice esempio la variabilità climatica naturale e la tendenza a lungo termine del clima. Il dato raggiunto da questo 2016 è molto allarmante se riferito all’obbiettivo posto nell’arcordo di Parigi: di non superare gli 1,5°C di incremento rispetto alla fine dell’ottocento. Al momento non siamo sulla strada giusta anzi siamo sempre più vicini al limite.

Studi scientifici dimostrano che per trovare temperature cosi alte bisogna tornare indietro di circa 115mila anni e le previsioni elaborate per i prossimi anni non sono per niente positive. Bisogna considerare che le misure adottate e che dovranno essere adottate per la riduzione dei gas serra avranno effetti solo nel medio lungo periodo.

L’Artico soffre il Caldo

A soffrire di questa anomalia positiva è in particolare l’Artico dove l’estensione del ghiaccio marino ha raggiunto il livello minimo mai registrato, meno rapido rispetto alle previsioni ma comunque preoccupanti.

Il 2016 in Italia si piazza al 4° posto.

In Italia il 2016 non ha segnato cifre da record, si è classificato quarto dopo 2015, 2014 e 2003. La piovosità nazionale è stata nella media ma distribuita irregolarmente: troviamo infatti la siccità estiva in Sardegna e quella di fine autunno in triveneto, dall’altro troviamo diverse alluvioni come quella di Novembre in Piemonte, Liguria e in Sicilia. Se l’atmosfera continuerà ad essere sempre più calda avremo maggiore possibilità di eventi meteo estremi.

 

Gli eventi più significanti del 2016

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*