Peggiora al Nord, ma meglio nel Weekend

Ci avviciniamo al weekend e come preannunciato nei giorni scorsi, è in arrivo una perturbazione di origine atlantica, la prima per questo mese di Agosto.

L’anticiclone africano, responsabile di questo clima caldo afoso, verrà ulteriormente indebolito lungo il suo bordo settentrionale. Ciò permetterà il transito tra la seconda parte di giovedì e venerdì la coda della perturbazione sopra indicata.



Ci attendiamo pertanto un incremento dell’instabilità su Alpi e Prealpi con precipitazioni a carattere di temporale, anche di forte intensità, che interesseranno anche in parte le pianure settentrionali.

La Perturbazione nel dettaglio

Già nella giornata di Giovedì, avremo lo sviluppo di fenomeni temporaleschi al Nord, dovuti all’afflusso di correnti umide che vanno a precedere l’arrivo della perturbazione. Oltre a questi avremo anche altri temporali, stavolta di calore che interesseranno altri settori della nostra penisola, tra cui i rilievi e le zone interne centrali.

Venerdì, l’instabilità continua ad interessare le regioni del Nord Italia, mentre nelle altre zone, avremo una giornata più stabile anche se non mancherà qualche annuvolamento.

Nel Weekend avremo una prevalenza di tempo stabile, ma avremo ancora il rischio di temporali principalmente lungo i rilievi. La perturbazione infatti già nella giornata si Sabato si sposterà verso i Balcani.

Domenica ancora condizioni di tempo variabile con ancora qualche fenomeno su Alpi e Prealpi. Meglio altrove dove prevarrà il sole.

Le Temperature

A livello termico, le temperature subiranno un calo con valori che si riporteranno generalmente in media con le temperature tipiche del periodo. Ma questo non avverrà ovunque, principalmente al Nord, mentre le regioni del Centro Sud registreranno ancora picchi intorno ai 35°C.

Tendenza a Seguire



Le proiezioni per la successiva settimana, ci vanno attualmente a indicare la possibilità di una seconda perturbazione che tra Lunedì e Martedì coinvolgerà in maniera più diretta la nostra penisola, ma ne riparleremo meglio nel prossimo aggiornamento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*