Break Autunnale – Calo Termico e Venti Forti

Ne avevamo già anticipato a grandi linee nei giorni scorsi la possibilità di un calo termico, nei prossimi giorni.

Adesso ci siamo e come possiamo ben vedere dal grafico Ensemble, le 20 simulazioni di previsione delle temperature a 1500m (850hpa), risultano molto allineate, sinonimo di una maggiore attendibilità.

Grafico Ensemble

Per aiutare anche i meno esperti nella lettura del grafico abbiamo indicato graficamente quel che accadrà.

Avremo 3 fasi: una più calda del normale, (situazione attuale), in cui le temperature risultano superiori alla linea rossa che indica la temperatura media degli ultimi 30 anni. Una fase più fresca e sottomedia, dovuta all’irruzione fredda e una nuova fase più calda dovuta ad un nuovo sensibile aumento termico che riporterà i valori sopra media.

L’autunno busserà alla nostra porta ma sarà una toccata e fuga. Non avremo assolutamente nevicate a quote di pianura! Per vedere il vero autunno è necessario che si “apra” la porta occidentale, permettendo l’ingresso di perturbazioni atlantiche.

La Tendenza Meteo per i Prossimi Giorni

Lunedì – Nella giornata di Lunedì avremo il transito di un Fronte Freddo (FF) sui Balcani che determinerà un aumento dell’instabilità sul versante del Medio Adriatico.

Si avranno così fenomeni anche a carattere di temporale ⚡ tra Romagna e Puglia Settentrionale. Non è da escludere la possibilità di qualche sconfinamento ai versanti tirrenici.

Le temperature – subiranno un aumento sulle pianure del Nord Italia, a seguito dell’effetto favonico (Foehn), dovuto ai venti di caduta dall’arco Alpino. Sul resto del paese le temperature rimarranno pressoché stazionarie o in lieve calo nei valori minimi.

Martedì – Le condizioni meteorologiche tenderanno a migliorare nuovamente. Qualche residuo fenomeno sarà ancora possibile all’estremo sud e sulle isole maggiori.

Le temperature – Il Clima si farà più fresco, l’aria fredda affluirà dalla porta della Bora, apportando un deciso calo termico. Calo che in diverse località, specie quelle adriatiche potrà essere fin a 10°C, nei settori tirrenici invece sarà minore.

Venti Forti Settentrionali e Mari Agitati

Oltre al calo termico avremo una sostenuta ventilazione dai quadranti settentrionali, innescata da una depressione sulle nostre regioni settentrionali che si andrà a formare con il transito del FF.

Lunedì, la ventilazione sarà in rinforzo da NE sui settori di: Liguria, Alto Tirreno, Adriatico centro settentrionale; Bora a Trieste con raffiche prossime ai 70km/h.

Venti a 10m – Modello BOLAM

I Mari vedranno un aumento del moto ondoso fin ad agitati, in particolare sul Mar di Sardegna e di Sicilia.

Martedì, l’alta pressione tenderà a rafforzarsi e lungo il suo bordo meridionale si innescheranno venti tesi dai quadranti Nord Orientali con raffiche fin a 70km/h sui settori del Mar Ligure, Ionio e Tirreno.

Raffiche – Modello BOLAM

Il moto ondoso di conseguenza risulterà molto mosso o agitato sui vari bacini esposti.

L’evoluzione a Seguire

Per i primi di ottobre lo scenario meteorologico, risulta molto incerto e da quanto indicano i modelli, avremo ancora per un po’ la persistenza dell’anticiclone sull’Oceano Atlantico che tiene “chiusa” la porta atlantica, impedendo l’ingresso di perturbazioni verso il mediterraneo.

Al Prossimo Aggiornamento!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*