Grandi piogge sul Tirreno e al Nord qua con neve fino in pianura

Salve a tutti amici si allontana la perturbazione colma di aria fredda che ci ha interessato ieri.

Si avvicina una nuova forte perturbazione atlantica che porterà un deciso rialzo termico e abbondanti precipitazioni tra la sera odierna e la giornata di domani soprattutto al centro-sud mentre tornerà la neve fino in pianura al nord-ovest.

Gia’ in serata avremo i primi fenomeni prefrontali con precipitazioni sparse sul Tirreno mentre nuovi fenomeni risaliranno dal mar Ligure al Nord portando le prime deboli nevicate tra basso Piemonte, Emilia, Lombardia, entroterra della liguria centrale e altro Triveneto.

pressione al suolo per Venerdì 1 Febbraio alle 13.00 con ben visibile la depressione atlantica con minimo di bassa pressione centrato sulla Francia

Nel mentre avremo gia’ un netto rialzo della quota neve in Appennino tra 1200-1400m a causa delle correnti meridionali sempre piu’ convinte al centro-sud.

Venerdì sarà la giornata piu’ complessa sulla penisola. Il richiamo caldo si farà sempre piu’ forte con l’avvicinarsi della perturbazione sul golfo di Leone. In mattinata infatti l’aria fredda nei bassi strati permetterà moderate nevicate sulla pianura Piemontese, entroterra Ligure, Emilia e Lombardia occidentale.

Già su queste due i fenomeni cominceranno a girare a pioggia nel pomeriggio mentre tra Appennino ligure, tosco-emiliano nelle vallate dove l’aria fredda ristagnerà al suolo lo scorrere di aria calda in quota darà vita al pericoloso gelicidio (cioè acqua che congela al suolo).

Vi invitiamo alla massima prudenza in zona. Nelle altre zone la neve salirà tra 1000-1500m sulle Alpi centro-orientale in maniera copiosa.

Nel pomerggio-sera la pioggia sarà da padrone su tutta la pianura Padana solo il Piemonte meridionale dovrebbe salvarsi a fenomeni esauriti. Ancora gelicidio tra Appennino ligure ed emiliano.

Quota neve in rialzo ovunque al Nord sopra 1500-1800m. Accumuli nel Piemonte centro-settentrionale e Lombardia occidentale difficilmente superiori ai 5cm. Intorno ai 10-15cm nel Piemonte meridionali maggiori su Alpi ed entroterra Ligure.

Insomma non ci sarà nessuna nevicata epocale ma un normale episodio invernale al Nord.

Per il resto della penisola avremo al mattino piogge insistenti tra alta Toscana e a tratti lungo le tirreniche , nuvoloso altrove.

In serata precipitazioni in intensificazione sul Tirreno e la Sardegna con quota neve oltre 2000m. Le temperature saranno in netto rialzo con valori massimi fin 14/16°C localmente.

Venti forti lungo le coste tirreniche dai quadranti sud-occidentali e mari da mossi ad agitati.

Accumuli pluviometrici attesi nelle 24 ore di Venerdì da notare i possibili over 200m tra alta Toscana e Triveneto. 
Situazione da monitorare visto che in queste zone avremo lo scioglimento della neve fin a quote medio-alte

Sabato il fronte freddo atlantico comincerà a scivolare verso il meridione riportando un calo delle temperature sulla penisola che ritorneranno nella media.

Precipitazioni ancora forti e persistenti sulle regioni del tirreno centro-settentrionale e al Nord-est.

Tempo in miglioramento sul resto del Nord. La quota neve riscenderà sulle Alpi tra 500-800m, in Appennino tra 800-1200m.

Domenica la perturbazione si esuarirà muovendosi verso i Balcani con ancora residua instabilità al centro-sud e sulle Alpi con neve ai monti.

Temperature nella media. Ultimi fenomeni a inizio settimana al centro-sud ma ci ritorneremo al prossimo aggiornamento.

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...