Nuova Irruzione Artica da metà settimana

Il nuovo anno è iniziato con una irruzione artica, che ha portato nevicate sui settori del medio-basso adriatico e al Sud Italia, fin a quote di pianura e in alcuni casi, imbiancando persino le zone costiere.

Avvio di Settimana più Stabile

Geopotenziali a 500hpa per Lunedì 7 Gennaio 2019
Geopotenziali a 500hpa per Lunedì 7 Gennaio 2019

Nei prossimi giorni ci attende qualche una temporanea “pausa”, con il freddo che si farà meno marcato. Questo a seguito dell’alta pressione che sposterà i suoi massimi sul centro dall’Europa occidentale, interessando parzialmente anche il nostro paese.

Da Mercoledì tuttavia, avremo una nuova irruzione artica, che interesserà nuovamente l’Italia, in particolare i settori adriatici e il Sud.

La neve è attesa dalla sera/notte di Martedì dapprima sui settori appenninici centro-settentrionali con quota neve stimata dagli 800/1300m.

Tra Mercoledì e Giovedì, con l’affluire di nuova aria fredda artica, la quota neve scenderà fin a quote collinari.

Ancora una volta le regioni settentrionali, risulteranno “fuori dai giochi”, ove si farà freddo ma con clima più asciutto.

Questa previsione ha una attendibilità medio bassa, pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti dove riusciremo a fornirvi maggiori dettagli.

Temperature in generale diminuzione

Il clima della nuova settimana, avrà un sapore ancora decisamente invernale, anche se fino a metà settimana, sarà meno freddo rispetto ai giorni appena trascorsi. Successivamente con l’afflusso d’aria artica, avremo un nuovo calo termico.

Attenzione al Rischio Valanghe sulle Alpi

Abbiamo posto, l’attenzione in particolare al centro-sud con le copiose nevicate fin a quote basse, ma anche al Nord Italia, sui settori alpini di confine in particolare sull’Alto Adige è nevicato abbondantemente.

Su queste zone è attivo un rischio valanghe di Grado Pericolo 4 – Forte

Sono possibili distacchi a distanza e valanghe spontanee. Con neve fresca e vento tempestoso, a tutte le
esposizioni e dai bacini di alimentazione in quota sono possibili solo più isolate valanghe di neve asciutta a
lastroni di dimensioni medio-grandi.

Le valanghe sono per lo più superficiali e facilmente distaccabili da un
singolo appassionato di sport invernali. I punti pericolosi sono molto diffusi e con il cattivo tempo appena
individuabili.

Le escursioni con gli sci e le racchette da neve, così come le discese fuori pista richiedono una
grande attenzione e la massima prudenza.

Bollettino Valanghe Alto Adige consultabile qui

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore, Previsore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli ed elaborazione delle previsioni meteo. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...