Arriva la pioggia e i temporali, neve su Alpi ed Appennino

Bentrovati amici finalmente ci siamo l’Alta pressione che ha dominato negli ultimi giorni sta per cedere al ritorno di piogge e temporali dall’atlantico.

E’ confermato infatti l’arrivo di una perturbazione tra domani Mercoledì e Venerdì che scivolerà lungo tutta le penisola.

Avremo precipitazioni diffuse(intense su parte del Nord e tirreniche), nevicate abbondanti su Alpi e qualcosa anche sull’Appennino. I venti saranno forti di scirocco in rotazione successiva da nord.

Le temperature caleranno fin 8-10°C soprattutto al Centro-nord. Andiamo però al dettaglio dei prossimi giorni:

Mercoledì il fronte atlantico arriverà sulle Alpi di confine portando ancora instabilità sparsa sulla penisola. Al mattino avremo ancora rovesci su Alpi prealpi e Liguria. Qualche fenomeno temporalesco partirà tra bassa Toscana e Lazio fin alla Campania. La neve cadrà sulle Alpi intorno ai 1500-1600m. a tratti moderata sull’alto Nord-ovest.

mappa accumuli pluviometrici 0-12 di Mercoledì

Nel corso del pomeriggio qualche temporale sparso interesserà al Romagna e il Veneto ma anche nelle zone interne appenniniche. In serata invece avremo l’entrata del fronte atlantico seguito da aria fredda a partire dal Nord-ovest.

Avremo quindi tra Piemonte (specie Verbanese, settori alpini e meridionali), nella Liguria centro-occidentale rovesci anche a carattere di nubifragio accompagnati da temporali con grandine di piccola taglia e raffiche di vento.

La neve cadrà ancora sulle Alpi attorno ai 1600m in maniera moderata, mentre nelle zone occidentale cadrà abbondante fin 1200-1400m.

Per non mancare nulla avremo anche un’intensificazione della ventilazione di scirocco sul Tirreno e l’Adriatico mentre sul mar Ligure in rotazione serale da ovest/nord-ovest.

Temperature massime comprese tra 14/17°C sulla penisola , valori prossimi ai 20°C sul medio adriatico.

mappa accumuli pluviometrici 12-24 di Mercoledì

Giovedì sarà la giornata apice del peggioramento con forti rovesci e temporali diffusi al Nord e sulle regioni Tirreniche grazie al passaggio del fronte atlantico entro sera fin al meridione come visibile in grafica.

mappa pressione al suolo per Giovedì sera

Nel corso della mattinata i temporali e rovesci intensi interesseranno l’alto Piemonte, ancora Liguria , centro-nord Lombardo e le regioni Tirreniche ma anche le regioni alpine e prealpine del Triveneto(non escluse grandinate e raffiche di vento).

L’aria fredda entrerà di gran carriera sul mar Ligure portando un calo della quota neve sulle Alpi occidentali fin 800-1000m mentre sulle Alpi orientali ancora nevicherà attorno 1400/1600m. Quota in drastico calo sull’Appennino settentrionale gia’ ai 1000m.

Nevicate che diventeranno abbondanti su tutti i settori indicati. Venti ancora forti di scirocco al sud e medio Adriatico mentre sul Ligure ed alto tirreno in rotazione da sud-ovest a nord-ovest e mari molto mossi.

accumuli pluviometrici tra le 0-12 di Giovedì 4 Aprile

Nella seconda parte di Giovedì ancora rovesci e temporali sparsi sul tirreno anche intensi specie verso il medio-basso Tirreno e al nord-est con ancora nevicate tra Alpi ed Appennino fin 800-1200m.

Le temperature in calo al Centro-nord con massime fin 11/14°C mentre fin 18/20°C sul medio adriatico e meridione.

Punte complessive di oltre 100-150mm sono attese sulle Alpi, ma complessivamente picchi anche superiori ai 70-80mm si potranno registrare su alto Piemonte, alta Lombardia, Trentino, alto Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, alta Toscana, fino a oltre 50-60mm .

Gli accumuli di neve sarannoanche superiori al metro oltre i 2000m sulle Alpi occidentali (Verbano in primis), tra 30 e 80 cm a 1500m.

accumuli pluviometrici tra le 12-24 di Giovedì 4 Aprile

Venerdì piogge e rovesci si concentreranno al Sud, mentre al Centronord avremo un temporaneo miglioramento. Nel fine settimana tuttavia il tempo tornerà instabile, sabato soprattutto al Centro, mentre domenica un nuovo fronte potrebbe portare ulteriori piogge, soprattutto al Centrosud. Vista la distanza bisognerà tornare su questa previsione.

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...