Nuovo break temporalesco tra il 14-16 Luglio

Un nuovo impulso atlantico entrerà sulla nostra penisola portando instabilità e temporali da Nord a Sud. I primi fenomeni si avranno stasera a partire dal Nord-ovest, Lombardia, Emilia e altro Triveneto.

Pressione al suolo prevista Lunedì mattina, ben visibile la goccia fredda che entra sul mar Ligure

Tra notte e mattina di Lunedì i fenomeni oltre a interessare ancora queste zone si estenderanno al Centro tirrenico e successivamente alle regioni del Sud (specie basso Tirreno). Fenomeni deboli o assenti sui versanti adriatici.

Martedì i temporali rimarranno al Centro-sud tra Lazio, Campania, Molise e Abruzzo in nuovo moto al meridione nel corso della giornata. Passaggio a variabilità con schiarite al centro, miglioramento al nord .

Temperature in calo ovunque con massime sotto i 30°C- Addirtura fin 22°C la massima prevista Lunedì a Torino.

Analisi sui temporali previsti

Partiamo con ordine tra domenica sera i temporali intensi si avranno tra Piemonte, alta Lombardia qua il rischio sarà per la formazione di multicelle temporalesche con carico di piogge soprattutto sui rilievi, grandine di piccola media taglia e raffiche di vento.

precipitazioni attese tra le 12-24 odierne

Nel corso della notte i fenomeni si intensificheranno al Nord-ovest in particolare tra il cuneese, Liguria ,Emilia e alto Tirreno. Successivamente i fenomeni intensi si avranno nel pomeriggio sul tirreno centrale e poi sul basso Tirreno.

Proprio sul tirreno il potenziale d’innesco per i temporali sarà elevato anche fin 3000j/kg e una vorticità in quota (shear) ottimale attorno 20-30m/s.

precipitazioni attese per Lunedì 15 Luglio

Avremo quindi la formazione di grosse multicelle temporaleshe (MCS o QLCS) ed isolate supercelle con rischio di nubifragi (localmente accumuli elevati oltre i 100mm con rischio flash flood), colpi di vento e grandine di media-grossa taglia. Non sarà da escludere la formazione di trombe marine lungo la costa.

Per Martedì rimarrà il rischio di temporali severi al Sud.

aree a rischio di temporali severi tra stasera e domani

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *