L’uragano Lorenzo raggiunge la categoria 5 e minaccia le Azzorre

E’ ormai ufficiale l’uragano Lorenzo ha toccato in queste ore la massima intensità raggiungendo la categoria 5 (la piu’ alta su una scala da 1 a 5) con venti medi di 260km/h.

L’occhio dell’uragano Lorenzo nella massima intensità

Mai infatti nella storia dei satelliti(dal 1960) un ciclone così intenso si era formato così a est dell’oceano Atlantico.

Nei prossimi giorni proseguirà nella sua risalita verso nord-est lungo l’oceano scendendo dalla categoria 5 alla 3 entro Martedì.

Tra martedì e mercoledì probabilmente interesserà le isole più settentrionali delle Azzorre come categoria 2 e rischiando di battere un nuovo record.

Come poi capita perderà successivamente le caratteristiche di uragano e diventerà una profonda depressione extratropicale raggiungendo l’Europa in particolare l’Irlanda giovedì 3 ottobre sotto forma di tempesta con venti che potrebbero arrivare a 110 km/h

Il percorso dell’uragano Lorenzo elaborato dalla NOAA

Effetti per l’Italia?

L’uragano Lorenzo porterà al rinforzo dell’Anticiclone sull’Europa occidentale lasciando spazio alla discesa di una perturbazione tra martedì e giovedì sulla nostra penisola a causa di una poderosa discesa d’aria fredda sul nord europa.

Temperature in netto calo e venti in rotazione ma di questo ve ne parleremo meglio nel prossimo aggiornamento…

mappa di pressione al suolo per Mercoledì 2 Ottobre

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!