Inverno ancora lontano…

Vi propongo in questo breve articolo i geo-potenziali previsti nel lunghissimo termine alla quota isobarica di 500 hPa.

Si riferiscono all’8 dicembre 2019, quindi come ben sapete è impossibile effettuare una previsione meteorologica valida, su così ampie distanze temporali.

Quello che volevo descrivervi è tuttavia il trend, che si palesa ancora tutt’altro che invernale in ogni calcolo dei modelli meteo-matematici a nostra disposizione.

Avremo ancora l’ausilio di correnti atlantiche almeno fino ai primi giorni di dicembre, con piogge anche intense al Nord Italia e lungo il versante tirrenico. A seguire saranno possibili due diverse soluzioni:

=> un trend caratterizzato dall’innesto di correnti più secche ma non eccessivamente fredde da NE, con possibili deboli precipitazioni lungo i versanti adriatici, nevose in montagna;

=> un trend caratterizzato da un esteso campo di alta pressione con cieli sereni ovunque e forti inversioni termiche mattutine nelle aree interne, anche accompagnate da nebbie.

Ci aggiorneremo nei prossimi giorni.

Daniel Gialdini

Geologo, Osservatore e Moderatore. Perito meccanico e laureato in scienze geologiche. Nutre una grande passione verso le scienze matematiche, fisiche e naturali. Si occupa dei report meteorologici relativi alla Regione Toscana e alla stesura di articoli scientifici relativi alle scienze geologiche

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *