Tempo perturbato al Nord e sulle tirreniche tra piogga, temporali e neve

Bentrovatici amici mentre la 3° perturbazione del mese interessa il meridione ancora con residui e locali temporali, la 4° perturbazione del mese si muove rapidamente verso la nostra penisola. L’Anticiclone delle Azzorre infatti rispetto all’autunno degli ultimi anni si mantiene defilato sull’oceano Atlantico lasciando pista libera alle depressione sul continente europeo. Ci attendondo ancora qui numerose giornate di pioggia, ma andiamo con ordine e nel dettaglio.

Effimere infatti le momentanee schiarite che interessano parte del Centro-nord ove il tempo peggiorerà in serata.

immagine satellitare

Come vediamo nella mappa infatti gia’ prima della mezzanotte intensi rovesci o temporali colpiranno il Nord-ovest(ancora saltato buona parte del Piemonte interno), Lombardia, Emilia, Sardegna e toscana occidenitale. Ancora instabilità sull’estremo meridione. Neve sulle Alpi occidentali fin 1200-1400m.

Accumuli pluviometrici tra le 12-24 di Giovedì

Nella giornata di Venerdì la perturbazione porterà maltempo diffuso sulla penisola in particolare tra Nord-est, Lombardia, levante ligure, regioni Tirreniche e Sardegna. Al sud instabilità nella seconda parte di giornata nel basso tirreno.In queste zone potremmo avere rovesci e temporali anche localmente insistenti con accumuli oltre i 100mm nelle 24 ore.

Quota neve ancora tra 1300-1500m sulle Alpi in calo fin 1000m  tra Dolomiti e Trentino Alto Adige in serata. Acccumuli in queste zone sopra anche ai 50cm sopra i 2000m. Fiocchi anche sulle cime appenniniche con neve tra 1500-1800m.

Venti forti di Libeccio sul tirreno con mari agitati. Temperature in calo al Centro-nord con valori massimi tra 10/15°C, tra 15/19°C sul rest della penisola

Accumuli pluviometrici per Venerdì

Il tempo del weekend e non solo…

Il fronte atlantico Sabato sarà a portare instabilità al Sud. Sul resto d’Italia il tempo andrà temporaneamente migliorando ma un nuovo impulso in arrivo da ovest determinerà un peggioramento dal mattino in Sardegna con piogge e qualche temporale in estensione in giornata alle regioni tirreniche peninsulari, in particolare centro-meridionali, e localmente anche sulle centrali adriatiche. Maggiori schiarite al Nord, salvo residui addensamenti sulle Alpi.

Domenica un nuovo intenso sistema nuvoloso che comincerà a interessare con rovesci e temporali la Sardegna ma che gradualmente tenderà ad estendersi dapprima verso le regioni centrali tirreniche e poi su tutto il resto dell’Italia nei primi giorni della prossima settimana.

Temperature intorno la media al Centro-nord , sopra al Sud.

Rimarrà quindi dall’11 Novembre attiva una circolazione depressionaria sul Mediterraneo centrale, alimentata da correnti fresche nord atlantiche. Da questa altre perturbazioni si snoderanno e punteranno l’Italia, rinnovando a tratti condizioni di maltempo.

Pressione al suolo per Martedì 12 Novembre

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *