Alta Pressione che continua a dominare

La situazione sul piano meteorologico vede ancora un’alta pressione dominante almeno fino alla metà del mese, disturbata solo da qualche debole infiltrazione umida, che però non darà luogo a grandi cambiamenti.

Questa condizione è da attribuirsi ad un Vortice Polare (VP) ancora molto forte e compatto che impedisce alle perturbazioni di raggiungere le nostre latitudini.

L’alta pressione pertanto continua a mantenere condizioni di stabilità atmosferica, favorendo il ristagno dell’aria e di conseguenza peggiorandone la qualità stessa.

L’attuale modellistica, vede intorno al 18/20 gennaio un possibile e progressivo indebolimento del VP, questa sua ondulazione potrebbe essere un tentativo di scalzare l’alta pressione o quanto meno ridurre l’influenza su parte della penisola.

Su questa dinamica sono necessarie comunque ulteriori verifiche, si tratta solamente di una tendenza a lungo termine.

Per quanto riguarda invece i prossimi giorni, vediamo in questo weekend una debole circolazione ciclonica tra Libia e Tunisia che determinerà una maggiore variabilità all’estremo Sud, con qualche debole locale piovasco.

Al Nord avremo ancora nebbie in pianura padana che con l’effetto dell’inversione termica il clima risulterà freddo.

Più mite invece nelle zone assolate e in montagna, in particolare sui settori alpini dove la quota dello zero termico si manterrà elevata, compresa tra 2500/3000m

Al Centro condizioni nel complesso soleggiate salvo qualche locale annuvolamento.

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore, Previsore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli ed elaborazione delle previsioni meteo. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *