Coronavirus c’è correlazione con le condizioni Meteo-Climatiche?

Il Covid-19 ovvero il Coranivirus, secondo alcuni potrebbe scomparire con i mutamenti delle condizioni meteo, ovvero con il caldo o con pioggia e vento.

Sul web e sui giornali, girano una marea di notizie ed informazioni su questo nuovo virus, alcune però risultano essere poco affidabili.

Come ci avete segnalato, alcuni sostengono che particolari condizioni meteorologiche possano influire sulla diffusione del virus. Ma è vero?

In realtà, come affermato anche il Dott. Mike Ryan dell’OMS, del Coronavirus, si sa molto poco e la questione è molto complessa. “Non vi è alcun segnale che la situazione sparisca in estate“.

I fenomeni meteorologici e il ricambio d’aria, non faranno si che il virus possa essere spazzato via, questo perchè il virus non è nell’aria.

Infatti, come afferma la Dott. ssa Roberta Villa, ad Icona Clima:

Non è che se andiamo a Codogno abbiamo più probabilità di ammalarci perché il Coronavirus è nell’aria: se andiamo nelle zone in cui si è diffuso maggiormente aumenta semplicemente la probabilità di entrare in contatto con persone contagiate.

Il Coronavirus è un virus nuovo e sappiamo ancora molto poco, non esistono al momento studi scientifici che analizzino la correlazione di Covid-19 con le condizioni meteo-climatiche.

Questo, come ha spiegato sempre ad Icona Clima, la Meteorologa Serena Giacomin:

[..] Il tema presenta molte difficoltà, non solo perché le variabili in gioco sono numerose, ma anche perché gli effetti delle condizioni atmosferiche sulla diffusione dei virus dipendono proprio dal virus che andiamo a considerare: ad esempio, da alcuni studi è emerso che nelle regioni tropicali c’è un alto livello di attività influenzale proprio durante la stagione delle piogge. Ci sono virus che preferiscono le basse temperature, altri sono molto sensibili al valore di umidità; ce ne sono alcuni che prediligono un clima freddo e secco, mentre in condizioni calde e umide subiscono dei danni. Del Coronavirus conosciamo molto poco, e ancor meno sappiamo sulle sue preferenze climatiche. Per cui qualsiasi affermazione concreta sul legame tra variabilità meteorologica e diffusione del virus è da considerarsi antiscientifica

Il nostro consiglio, rimane sempre quello, e non ci stanchiamo mai di ripeterlo: fate sempre affidamento ai canali informativi ufficiali, come Ministero della Salute, evitate di diffondere notizie non verificate che avete ricevuto da Whatsapp da fonti non autorevoli.

In aggiunta vi abbiamo messo le slide dell’OMS tradotte alla lettera (Organizzazione Mondiale della Sanità) che confermano come non ci siano correlazioni ancora evidenti dalla scienza sulle relazioni del Coronavirus e del Clima.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!