Marzo pazzerello, crollo termico e neve in pianura in arrivo

Bentrovati amici siamo ormai alle porte di una intensa ondata di freddo artica-continentale in arrivo verso la nostra penisola.

Come vi abbiamo gia’ anticipato in questi giorni sarà accompagnata da un crollo termico, nevicate in pianura(localmente) ma anche forti venti settentrionali.

Ma andiamo nel dettaglio partiamo dalla giornata di Domenica 22 Marzo. Giornata che vedrà per lo piu’ nubi tra Nord (in particolare pedemontane) e estremo meridione con possibili rovesci.

L’aria fredda comincierà ad entrare in serata accompagnata da forti venti da Nord-est tra il Nord adriatico e tirreniche. Raffiche fin 60-90km/h punte oltre i 100km/h a Trieste. Valori massimi ancora miti tra 14/18°C. Qualche fiocco di neve tra Alpi ed appennino centrale in serata fin 800-1000m.

Con la giornata di Lunedì comincieremo a sentire gli effetti di questo impulso artico con netto tracollo termico anche di oltre 10°C. Avremo dei fenomeni tra la Romagna e il nord della Puglia con neve in collina fin 300m. Fiocchi che potrebbero spingersi entro sera gia’ nelle aree di pianura interne.

Rovesci o temporali al Sud e qualche piovasco sul basso Lazio. Temperature massime in netto calo al Nord tra 7/10°C , valori fin 13/16°C al meridione. Venti ancora sostenuti dai quadranti settentrionali.

Pressione al suolo prevista per Lunedì 23 Marzo

Martedì insisteranno ancora nevicate bassa quota sul medio Adriatico. Nevicate tra la costa e i 200m tra Marche(romagna di confine) e Abruzzo mentre tra nord Puglia e Basilicata fiocchi fin 200-400m.

Fenomeni in sconfimento anche nella Toscana orientale, Umbria,campania e lazio interno con fiocchi attorno ai 300m.

Ancora instabile al Sud con nevicate attorno i 1500m. Qualche fiocco anche sulle colline calabresi. Nelle altre zone tempo per lo piu’ soleggiato.

Temperature massime ovunque tra i 6/10°C punte maggiori solo sulle isole maggiori. Possibile gelate nelle aree interne dalla penisola.

Fenomeni attesi a metà giornata di Martedì 24 Marzo

Mercoledì un pronfodo vortice depressionario in risalita dal Sud italia poterà un intensificazione delle piogge e temporali al merdioni , fenomeni consistenti anche sul medio Adriatico.

La quota neve sarà ancora per la collina, mentre tra 600-800m in Calabria e poco piu’ sopra in Sicilia.

Temperature massime ancora tra 6/10°C al Nord mentre tra 10/14°C al centro-sud. Gelate diffuse nelle aree interne del Centro-nord.

Fenomeni attesi a metà giornata di Mercoledì 25 Marzo

Tendenza Meteo

Nella seconda parte di settimana Giovedì avremo la risalita del vortice depressionario anche al Centro-nord. Questo vista l’aria fredda accumulatasi nei giorni precedenti potrebbe portare nevicate a quote collinari(se non fino in pianura). Piogge e temporali intensi ancora al centro-sud. Temperature e quota neve in successivo rialzo.

Tempo a seguire ancora instabile ma piu’ mite. Vi invitamo a seguire i prossimi aggiornamenti.

Pressione al suolo prevista per Giovedì 26 Marzo

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!