Al via la Primavera astronomica

Diamo il benvenuto alla Primavera astronomica, cominciata oggi 20 Marzo alle ore 4.50.

Nell’emisfero boreale rappresenta il giorno da dove le ore di luce aumenteranno fino al solstizio d’estate, quando poi riprenderanno a diminuire fino a giungere all’equinozio successivo. A sud dell’equatore, invece, questo evento astronomico segna l’inizio della stagione autunnale.

Di solito lo abbiamo imparato anche a scuola che l’equinozio di Primavera cade al 21 Marzo.

Perchè questa variazione? Tutto sta in un cambiamento che ha a che fare con il moto di rivoluzione della terra intorno al Sole e con il sussegursi ogni 4 anni dell’anno bisestile.

La terra ci mette 365 giorni e circa 6 ore per compiere un’orbita completa attorno al Sole. Queste 6 ore vengono “recuperate” appunto ogni 4 anni con gli anni bisestili che hanno 366 giorni.

Il fenomeno coinciderà con il 21 Marzo solo nel 2102, mentre per festeggiarla il 19 bisognerà attendere il 2048.

A istituire questa oscillazione tra il 19-21 Marzo a causa degli anni bisestili fu il papa Giovanni XIII, con la riforma del calendario gregoriano siglata il 4 ottobre 1582.

“Stesse” ore di luce e buio

Il termine equinozio ci indica le stesse ore di luce e di buio durante tale giornata . In realtà però abbiamo dei minuti in piu’ di luce rispetto a quelli di buio a causa dei giochi di rifrazione dell’atmosfera terrestre che anche dopo il tramonto permettono una buona residua luminosità.

Non fatevi pero’ illudere perchè come detto ad inizio della prossima settimana farà molto freddo.

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!