Alta pressione in rinforzo e temperature in graduale aumento

Bentrovati amici siamo ormai agli sgoccioli di questa ultima fase fredda sulla nostra penisola, dovuta all’ingresso di correnti artiche e polari dai quadranti nord-orientali.

Dando uno sguardo al satellite, vediamo come la perturbazione che ci ha interessato negli scorsi due giorni si trovi ormai sui Balcani e sulla Grecia.

Qui in particolare dove ha portato forti temporali e anche qui un netto calo termico. Sui settori Ionici della nazione greca sono caduti fino a 350mm con allagamenti , frane e tanti disagi.

Tornando al tempo nostrano, in quanto avremo una riduzione della ventilazione settentrionale e un graduale aumento della pressione.

Questo garantirà un rialzo delle temperature, seppur con valori ancora frizzanti al mattino nelle pianure.

La conquista di questo vasto campo Anticiclonico sarà anche aiutata dalla formazione di una depressione tra l’Islanda e le Azzorre.

Nel weekend avremo delle ultime incertezze legate a delle infiltrazioni settentrionali. Per sabato sulle aree ioniche e le isole maggiori ci sarà ancora qualche nube di passaggio con isolati piovaschi. Per lo più soleggiato altrove.

Domenica poche variazioni con tanto sole al Centro e al Nord ed instabilità sulle altre zone. Temperature stazionarie o in lieve aumento. Massime in ritorno sui 20°C e minime ancora sotto i 10°C (salvo al sud qualcosa in più).

Il tempo per la prossima settimana

La prossima settimana vedrà ad inizio un aumento dell’alta pressione e delle temperature soprattutto al Centro-nord grazie alla risalita di aria sub-tropicale.

Questo potrebbe portare ancora tempo per lo più soleggiato, salvo la possibile formazione di banchi di nebbia a foschia sulle aree interne specie Padane.

Anomalie termiche a 1500m attese per Martedì

Notevole sarà la risalita del termometro in quota tanto è che lo zero termico risalirà sui 4000m nelle Alpi un valore anomalo anche in piena estate.

Come detto però nelle aree di pianura non si avvertirà tutto questo cambiamento. A inizio giornata a causa dell’inversione termica le minime rimarranno attorno ai 10°C e massime però in salita attorno i 22-23°C.

Seconda parte della settimana che comincierà a vedere già un nuovo indebolimento dell’anticiclone a causa dell’avvicinarsi di perturbazioni atlantiche dal nord europa.

L’unica nota che continuiamo a sottolineare in questo autunno, ma ormai da fine primavera, una totale mancanza di perturbazioni atlantiche e ricche di pioggia per il Centro-nord nostrano che conta ancora di situazioni in piena siccità come la Toscana.

Un tipo di circolazione che sarebbe la norma di questa stagione tra le più piovose del nostro paese. Invece abbiamo visto addirittura configurazioni quasi invernali.

Per maggior dettagli su questa parte, vi invitiamo al prossimo aggiornamento.

Zero termico previsto per Martedì

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News