Arriva un po’ di caldo ma per il weekend di Pasqua peggiora?


Tempo di lettura:1 Minuti, 46 Secondi

Cieli tersi e azzurri nella giornata di domenica 10 grazie ad aria relativamente fredda e secca che è affluita da Nord est. Fenomeni residui al Sud e Appennino meridionale.

L’aria fredda nord orientale ha sostituito rapidamente, nella notte tra sabato 9 e domenica, le intense correnti miti sudoccidentali; cali termici decisi e repentini, rovesci, temporali e neve su Alpi e su Appennino a bassa quota.

Le temperature minime della notte tra sabato e domenica sono calate rispetto ai giorni passati e anche le temperature della notte tra domenica e lunedì saranno ancora basse, ma in aumento da martedì.

Nuovo cambio di circolazione.

Da lunedì 11 si cambia nuovamente. Al seguito della perturbazione del weekend precedente la pressione è tornata ad aumentare da occidente con conseguente miglioramento delle condizioni meteorologiche.

L’approfondimento e conseguente spostamento verso oriente di una depressione atlantica attiverà correnti sciroccali con nuovo deciso aumento termico.

Lo spostamento verso oriente della depressione sopracitata sarà lento, questo a causa del “braccio di ferro” tra di essa e l’alta pressione; il ciclone Atlantico avrà la peggio e si sgancerà dal flusso principale arenandosi nel Mediterraneo, e perdendo molto del suo vigore.

La perturbazione da lunedì 11 attiverà una ventilazione sciroccale e sarà accompagnata da nuvolosità alta e stratiforme, localmente più compatta soprattutto al Sud.

Temperature miti soprattutto al Centro.

Al nord da martedì 12 si toccheranno come valori massimi 20-22 gradi, al Centro 20-23 gradi, al sud si raggiungeranno a malapena i 20, a causa della coltre nuvolosa più compatta portata dalla depressione ormai “declassata” da atlantica a mediterranea. Al Centro Nord arriverà nuvolosità stratiforme localmente più compatta ma senza fenomeni di rilievo.

Il mite anticiclone lentamente tenderà poi ad indebolirsi sul finire della nuova settimana con probabile peggioramento con piogge al Centro Nord tra la giornata di sabato 16 e la giornata di Pasqua (17 aprile) e il lunedì di Pasquetta.

Purtroppo però il problema siccità rimane ancora molto grave. Ancora nessuna soluzione all’orizzonte mentre ci incamminiamo a passi spediti verso la parte statisticamente meno piovosa dell’anno, ovvero l’estate.

Seguite i prossimi aggiornamenti per la conferma del meteo di Pasqua e Pasquetta.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram