Estate temporaneamente gradevole con locali temporali, quali gli sviluppi?


Tempo di lettura:5 Minuti, 20 Secondi

Più di un mese di caldo eccezionale.

È passato quasi un mese e mezzo (fine maggio – metà luglio) dall’inizio del quasi ininterrotto dominio anticiclonico africano, accompagnato da valori termici molto anomali, che hanno “sfondato” e ritoccato verso l’alto molti record di temperatura, avvicinando di fatto anche il temibile anno 2003, tristemente ricordato per il caldo eccezionale.

Un rinnovato e rispolverato Anticiclone delle Azzorre, come non si vedeva da tempo.

La novità dai primi di luglio, è stata la pulsazione di un anticiclone ormai quasi dimenticato, ovvero l’anticiclone delle Azzorre, che ha lasciato piacevolmente stupiti molti appassionati del settore, ma anche molti appassionati dell’estate senza eccessi. Per tale anticiclone abbiamo già dedicato molte parole nelle scorse rubriche, esso continuerà ancora per qualche giorno a dedicarci la sua gradevole influenza, ma ancora per quanto?

Molti di noi avranno letto e riletto vari titoloni sulla potente ondata di aria molto calda (come se fino ad ora non fosse bastato) che ci avrebbe interessato dalla seconda metà della settimana dell’11-17 luglio. Beh, forse presi dall’esaurimento provocato da questo caldo anomalo costante, molti hanno fatto i “conti senza l’oste”, oste che in questo caso sarà a noi favorevole, almeno in parte (oste = anticiclone delle Azzorre).

Per fare previsioni meteorologiche , senza dilungarci troppo, bisogna prendere in esame una serie infinita di micro e macro parametri atmosferici, in quanto la variazione di uno o più di essi influenza il clima a centinaia e centinaia di chilometri di distanza. Ricordiamo, per l’ennesima volta, il famoso detto di Edward Lorenz che racchiude una peculiare caratteristica dell’atmosfera:

“Il battito di ali di una farfalla in Texas, può provocare una tempesta in Brasile? “

Meteorologi e appassionati di meteorologia dovrebbero andarci con i “piedi di piombo” prima di esprimere una tendenza, tendenza che dovrà almeno avere una buona probabilità che si verifichi.

Come detto, la variazione di uno o più parametri atmosferici può ribaltare completamente la tendenza prevista. Ecco perché è molto rischioso spingersi oltre i 4-6 giorni di previsioni, nonostante la meteorologia abbia fatto passi da gigante.

Prima di scrivere titoloni da acchiappaclick (o clickbaiting) bisognerebbe essere un poco più “sobri” ed evitare di dare certezze di eventi che poi magari non si verificheranno per niente oppure si verificheranno si, ma con condizioni diverse, stante la complessità dell’atmosfera.

Spesso diamo la colpa alle previsioni del tempo se comunicano una tendenza che non si verifica. La possibilità che si verifichi o meno un determinato evento è dovuta a molti fattori,tra cui citiamo, tra le più importanti (ma l’elenco è lungo) l’orografia.

Ecco perché spesso è il nowcasting che viene in aiuto al bravo meteorologo e/o all’appassionato di meteorologia. Analizzando nel presente i vari eventi atmosferici di interesse, si adegua e corregge la tendenza.

Tornando a noi, l’ondata di aria calda ci sarà e non ce ne stupiamo, ma al momento, fino a domenica 17, non sarà così eccezionale. Questo per almeno due motivi, il primo che l’anticiclone delle Azzorre, mantiene una buona forza grazie ad una depressione d’Islanda abbastanza in forma, il secondo è invece dovuto alla mancata decisa spinta che doveva offrire una depressione in aperto Atlantico all’Anticiclone Africano.

L’unione di questi fattori, manterrà la circolazione di aria bollente e con essa l’anticlone africano, più a ovest / nord ovest, con aria calda che interesserà prima Spagna e Francia e poi, parte della nostra Penisola fino a sabato 16. La nostra Penisola successivamente sarà interessata dall’effetto “salvifico” di correnti più fresche oceaniche che conterranno la nuova irruzione calda, con potenziali cali termici.

Successivamente, assisteremo ad un nuovo aumento termico, tuttavia con Anticiclone delle Azzorre ancora ben sviluppato che potrebbe limitare, oppure porre presto fine all’ondata di aria calda.

Le condizioni meteo previste da giovedì 14 a lunedì 18 Luglio

Il meteo di giovedì 14 LuglioNord cielo sereno o poco nuvoloso, locale instabilità su rilievi alpini nelle ore più calde, con isolati fenomeni temporaleschi. Picchi di temperatura tra i 35°C e i 36°C e localmente superiori, su Pianura Padana

Centro cielo sereno o poco nuvoloso, temperature con picchi tra i 34 e i 36°C e localmente superiori tra Toscana, Umbria e Lazio.

Sud cielo sereno o poco nuvoloso, temperature prossime ai 30°C picchi di 30-31°C o superiori su zone interne del sud peninsulare.

Il meteo di venerdì 15 Luglio Nord cielo sereno o poco nuvoloso, locale instabilità su rilievi alpini nelle ore più calde, con isolati fenomeni temporaleschi, picchi di temperatura tra i 35° e i 36°C e localmente superiori, su Pianura Padana.

Centro cielo sereno o poco nuvoloso, picchi di temperatura tra i 35 e i 36°C nelle zone interne diToscana meridionale, Lazio e Umbria.

Sud cielo sereno o poco nuvoloso, picchi di temperatura tra i 35-36°C nelle zone interne del Sud Peninsulare .

Il meteo di sabato 16 LuglioNord cielo sereno o poco nuvoloso con locale instabilità su rilievi alpini nelle ore più calde, con isolati fenomeni temporaleschi. Temperature in moderato calo, picchi di 36°C e localmente superiori su Pianura Padana.

Centro cielo sereno o poco nuvoloso, temperature tra i 34-35°C e localmente superiori su zone interne di Toscana meridionale, Lazio e Umbria.

Sud cielo sereno o poco nuvoloso, temperature con picchi nelle zone interne della Sicilia di 34°C e localmente superiori. 36°C e superiori nelle zone interne del Sud peninsulare.

il meteo di domenica 17 LuglioNord cielo sereno o poco nuvoloso con locale instabilità su rilievi alpini nelle ore più calde, con isolati fenomeni temporaleschi.Temperature in moderato calo, picchi di 34 – 36°c e localmente superiori su Pianura Padana.

Centro cielo sereno o poco nuvoloso, temperature tra I 34-36°c e localmente superiori su zone interne di Toscana meridionale, Lazio e Umbria.

Sud cielo sereno o poco nuvoloso.temperature con picchi nelle zone interne della Sicilia di 34°c e localmente superiori. 36°c e superiori nelle zone interne del Sud peninsulare.

Il meteo di lunedì 18 LuglioNord cielo sereno o poco nuvoloso.Temperature stazionarie rispetto al giorno precedente, picchi di 34°-36°C in Pianura Padana.

Centro cielo sereno o poco nuvoloso, temperature tra I 34-36°c e localmente superiori su zone interne di Toscana meridionale, Lazio e Umbria.

Sud cielo sereno o poco nuvoloso.temperature con picchi nelle zone interne della Sicilia di 34°c e localmente superiori. 36°c e superiori nelle zone interne del Sud peninsulare.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram