Fine Novembre con aria artica e Neve

Dopo la perturbazione che interesserà quasi tutto il Paese tra giovedì sera e venerdì mattina, un secondo impulso perturbato proveniente dalle latitudini settentrionali e quindi colmo di aria artica marittima punterà la Francia, per poi interessare l’Italia tra domenica e lunedì.

Come spesso accade in questi casi, la catena alpina gioca un ruolo fondamentale in quella che può essere la direzione definitiva dell’ingresso perturbato e la formazione di eventuali minimi di pressione.

L’ultima emissione a cura del modello di previsione americano gfs vedrebbe parte dell’aria artica impattare sulle Alpi da nord, mentre il resto aggirerebbe la catena montuosa con ingresso dalla Francia tramite la porta del Rodano.

Si potrebbe formare così un minimo di pressione tra Mar Ligure, alto Tirreno e Pianura padana

Al momento risulta difficile quantificare l’estensione e la quantità delle precipitazioni che potrebbero ferificarsi.

Considerato l’ingresso di aria fredda in quota (-3°C/-4°C) a 1500m, sarebbero possibili nevicate fino a quote alto collinari.

In particolare saranno probabili nevicate in corrispondenza delle precipitazioni più intense fin sui 300/500m sul basso Piemonte, oltre che sull’entroterra ligure savonese e genovese fin sui 600/900m.

Per maggiori dettagli vi rimandiamo al prossimo aggiornamento.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *