Focus Neve al Nord 14 – 15 Febbraio 2022


Tempo di lettura:2 Minuti, 3 Secondi

Un Focus di approfondimento sulla possibilità di neve prevista al Nord nel periodo Lunedì 14 e Martedì 15 febbraio 2022.

Facendo riferimento alla modellistica disponibile possiamo affermare quanto segue a livello di zone che potrebbero vedere la comparsa della nota “dama bianca“, la neve.

Come visto nel nostro articolo di analisi, se non l’avete ancora letto vi invito a farlo e (vi lascio qui il link), dopo una lunga fase stabile che ha comportato un netto deficit pluviometrico in diverse zone, in particolare al Nord, una perturbazione di origine atlantica riporterà qualche precipitazione anche nevosa sulle Alpi, ma anche a bassa quota.

Focus Neve al Nord 14 - 15 Febbraio 2022

Previsioni Neve Lunedì 14 Febbraio San Valentino – la giornata di Lunedì vedrà le prime nevicate interessare dapprima l’arco Alpino, con le Alpi occidentali dai 700/900m.

I fenomeni si estenderanno poi nel corso del giorno anche al comparto centro-orientale, fin alle dolomiti venete.

La quota neve tenderà inoltre ad abbassarsi procedendo fin sui 200/400m, mentre in alcune zone del Nord-Ovest potrà raggiungere anche quote inferiori, con fiocchi possibili fin pianura, nel periodo temporale tra le 19 e le 23, ovvero durante il passaggio del ramo più freddo della perturbazione.

Le zone favorevoli sono quelle del Piemonte centro-orientale e meridionale, oltre alle zone di Piacenza, Pavia e parmense. Ovviamente per queste zone non ci attendiamo accumuli importanti, ma comunque di un certo effetto.

Le nevicate maggiori si potranno registrare in quota, dai 1400/1500m con cumulate fin sui 20cm.Da segnalare la possibilità di fenomeni di neve mista su Torino, Milano e nella bergamasca.

Neve anche sul comparto appenninico, Tosco-Emiliano dai 1200/1400m e dai 1300/1400m per quello centrale.

Previsioni Neve Martedì 15 Febbraio – la giornata di Martedì vedrà una progressiva attenuazione dei fenomeni sul Nord-Ovest, mentre le precipitazioni si muoveranno ad interessare maggiormente il Nord-Est e le regioni del Centro.

La neve sarà possibile sulle Alpi orientali dai 500/700m, ma con quota neve che tenderà ad aumentare fin sui 900m. Accumuli di rilievo si registreranno al di sopra dei 1500m, ove ci attendiamo fin sui 20/30cm di neve fresca.

Neve ancora possibile in Appennino dai 900/1000m per quello Tosco-Emiliano, 1200/1300 per quello Umbro-Marchigiano, 1300/1400m per quello centrale.

Da segnalare in Emilia, fiocchi al mattino fin a quota di bassa collina, con possibili fenomeni misti fin in pianura specie nella zona di Piacenza. Non è da escludersi la possibilità di fenomeni di gelicidio, prestare attenzione.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.