Il Terremoto calabro-siculo del 28 dicembre 1908

Correva l’anno 1908 e il 28 dicembre alle ore 5.20, un terremoto di magnitudo 7.1 colpisce la città di Messina e Reggio Calabria.

Il sisma portò una forte devastazione, con molti edifici che andarono distrutti. Ma il peggio non era ancora passato, infatti, a seguito della scossa arrivò una devastante onda di maremoto, che apportò ulteriori danni e vittime.

Il sisma, secondo le stime dell’epoca, uccise tra le 80 e le 100mila persone sulle due coste dello stretto e causò circa 100mila sfollati.

Quella che si ebbe fu un’emergenza senza precedenti, a seguito del quale venne introdotta la classificazione sismica del territorio. Dal 1909 fu emanato il primo Regio Decreto contenente le norme per le costruzioni nei territori classificati

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore, Previsore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli ed elaborazione delle previsioni meteo. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...