Inizio settimana con gelate al Nord e Piogge al Centro Sud


Tempo di lettura:1 Minuti, 46 Secondi

La perturbazione numero due del mese di Dicembre ha raggiunto in questo weekend la nostra penisola, apportando precipitazioni su diversi settori in particolare al Nord-Est, con nevicate sui settori Alpini. La nuova settimana, vedrà questa stessa perturbazione, apportare i propri effetti al Sud e sui settori del medio versante adriatico. Neve fin a quote medio/basse in Appennino.

Geopotenziali per la sera di Lunedì 6 Dicembre 2021
Geopotenziali per la sera di Lunedì 6 Dicembre 2021

Vediamo quindi nel dettaglio la situazione meteo in Italia giorno per giorno:

Meteo Lunedì 6 Dicembre – La giornata di Lunedì vedrà tempo buono al Nord e sulla Toscana, mentre piogge sparse bagneranno le regioni centro meridionali e la Sardegna.

La quota neve si attesterà dai 600/800m (fin a 400/500m durante i fenomeni più intensi) sull’Appennino Centrale e sopra gli 800/1300m sull’Appennino Meridionale.

La ventilazione risulterà tesa dai quadranti settentrionali con moto ondoso dei mari che passerà da molto mosso a agitato. Temperature che subiranno un ulteriore calo, mentre si rinnova la possibilità al Nord di gelate al mattino in Pianura Padana.

Meteo Martedì 7 Dicembre – la giornata di Martedì vedrà condizioni di tempo soleggiato su gran parte del nostro paese. Non mancheranno ancora dei residui fenomeni sui settori meridionali, in particolare: tra Sicilia e Calabria e sui settori costieri tra Abruzzo e Puglia. Ventilazione ancora sostenuta in Adriatico e al meridione.

Verso la tarda serata è previsto un nuovo peggioramento del tempo, con un aumento della copertura nuvolosa al Nord e i primi fenomeni anche nevosi che potrebbero riguardare i settori delle Alpi occidentali, dell’entroterra ligure e della Valle d’Aosta.

Tendenza Meteo Immacolata Mercoledì 8 Dicembre – Le emissioni modellistiche continuano a veder favorita l’arrivo della neve fin a quote di pianura per la giornata dell’8 Dicembre, in particolare sui settori di Nord-Ovest => Vedi Approfondimento.

Sui restanti settori della penisola, niente neve al piano, l’attivazione di correnti meridionali più calde, determinerà un aumento della quota neve che si porterà oltre i 1200/1400m sull’Appennino centrale e dai 500/900m per quello tosco-emiliano.

Per ulteriori dettagli ti invitiamo a seguirci sui nostri canali social, così da non perdere il prossimo aggiornamento!

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.