Irruzione polare marittima del fine settimana 4-5 Dicembre 2021


Tempo di lettura:1 Minuti, 38 Secondi

A partire dalle prime ore del giorno sabato 4 Dicembre 2021 si assisterà ad una discesa di aria instabile, di matrice polare marittima dai quadranti settentrionali, favorita da una leggera estroflessione dell’anticiclone delle Azzorre lungo i meridiani.

Questa andrà ad impattare in gran parte contro la catena alpina, mentre la restante farà il suo ingresso dalla Valle del Rodano. Essa sarà preceduta da un richiamo umido dai quadranti sud-occidentali di breve durata con venti tesi di Libeccio.

Mappa Geopotenziali per la giornata di Sabato 4 Dicembre

Proprio nella giornata di sabato assisteremo alla formazione di un minimo di bassa pressione sul Mar Ligure a 1005 Hpa. Questo andrà a condizionare inevitabilmente il tempo atmosferico di alcune zone, come la Liguria di Levante e l’Alta Toscana.

Si verificheranno dunque precipitazioni prevalentemente a carattere di rovescio con accumuli più consistenti a ridosso dei rilievi delle province di: La Spezia, Massa, Pisa, Lucca, Pistoia ed in misura minore Prato e Firenze.

Altrove avremo cieli da poco a molto nuvoloso. Per quanto riguarda le temperature non assumeranno connotati particolarmente rigidi. Le precipitazioni assumeranno prevalentemente carattere nevoso al di sopra dei 1200-1300 m.

METEO DOMENICA – Durante la giornata di Domenica, si assisterà all’ingresso di questa aria fredda e instabile direttamente sul Mediterraneo.

Mappa Geopotenziali per la giornata di Domenica 5 Dicembre

A partire dal pomeriggio si potrebbe verificare l’approfondimento di un minimo di pressione a 1000 HPa diversi chilometri a sud delle coste della Liguria di Ponente.

Si assisterebbe dunque al possibile sviluppo di rovesci anche a carattere di temporalesco, che giungeranno al loro acme in serata. Avremo in generale un calo della quota neve fino a valori di 400 m nelle prime ore della nottata su lunedì.

ATTENZIONE! Non sono da escludere possibili sorprese nevose anche ad altitudini di bassa collina o comunque a carattere di grandine/gragnola.

I fenomeni saranno più frequenti lungo le coste della Toscana centro-settentrionale e Arcipelago. I venti andranno a disporsi dai quadranti settentrionali.

Conseguentemente anche le temperature subiranno un drastico calo, apprezzabile maggiormente nella nottata su lunedì 6 Dicembre.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News