L’Ondata di Caldo di Giugno 2019

Giugno 2019 supera il primato del 2003?

La media mensile di Giugno, non raggiungerà il record del 2003 per il nostro paese, ma sarà comunque tra i mesi più caldi. Oltralpe invece questo giugno 2019, risulterà come il più caldo di sempre. Nei prossimi giorni, appena avremo il resoconto ufficiale, vi daremo maggiori informazioni in merito.

L’Ondata di Calore è da imputare ai Cambiamenti Climatici?

Bisogna sempre ricordarlo che meteo e clima son due cose da non confondere. C’è però da dire che secondo i climatologi ondate di calore di questa portata, sono da correlarsi al Riscaldamento Globale Antropico.

La probabilità infatti di osservare ondate di calore così intense è in aumento, e lo spiega un articolo del Met Office, il centro meteorologico britannico, pubblicato sulla rivista Nature nel 2015 (Leggi l’Articolo).

Stando al loro studio, eventi di canicola come quello del 2003 hanno avuto infatti una riduzione dei tempi di ritorno da svariate migliaia di anni a fine Novecento, agli attuali cent’anni circa, e nel prossimo futuro potranno divenire la norma.

Clima, passato e presente

#Domandone : come un aumento relativamente piccolo della temperatura media può portare a ondate di calore più frequenti?La risposta in questo semplice video, focalizzando l'attenzione sull'area dipinta in arancione/rosso.The animated graph below shows how a relatively small increase in average temperature can lead to more frequent and severe heatwaves.Italian Climate Network

Pubblicato da Serena Giacomin su Mercoledì 26 giugno 2019

Serena Giacomin sul suo profilo ha condiviso questo interessante grafico che abbiamo allegato nel video, che ci mostra come un aumento relativamente piccolo della temperatura media può portare a ondate di calore più frequenti.

Questo perchè il cambiamento climatico in atto, sta modificando questa curva di Gauss. La temperatura media infatti è aumentata, e si è spostata verso destra, verso valori termici più elevati.

La deviazione che ne deriva e che avremo maggiore probabilità di fenomeni estremi, e una maggiore frequenza di ondate di calore. Ciò non toglie che possano comunque verificarsi anomalie fredde come quella di Maggio.


Ti consigliamo di leggere, le insidie nascoste collegate ai cambiamenti climatici → Apri

Fonte di riferimento per dati ed informazioni: The Weather Channel, Meteo France, Infoclimatic.fr, MeteoNetwork, Nimbus, MeteoSiena24, EmiliaRomagnaMeteo

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore, Previsore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli ed elaborazione delle previsioni meteo. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!