Meteo Immacolata: la Neve arriva in Pianura?


Tempo di lettura:1 Minuti, 55 Secondi

Sono giorni ormai che non si parla d’altro per l’Immacolata arriva quindi la neve in pianura? Una domanda che in molti la danno per scontata, postando carte dove sembra essere data per certa a giorni e giorni di distanza..

Le ultime emissioni sono sì favorevoli a questa tendenza, ma quando parliamo di neve in pianura è bene essere cauti nella previsione, vi sono infatti diverse variabili in gioco e basta un piccolo mutamento per veder “rovinata” l’occasione per una buona nevicata. Per fare un esempio, basta un grado di temperatura in più e veder innalzare la quota neve.

Foto d'archivio della neve a Torino
Foto d’archivio della neve a Torino

La notte tra Martedì 7 e Mercoledì 8 Immacolata Concezione, i settori del Nord-Ovest risulteranno favoriti dalla presenza di “cuscino freddo“, ovvero la presenza nei bassi strati d’aria fredda.

Questo cuscino, dovrebbero mantenersi fin all’arrivo della nuova perturbazione prevista proprio nella notte. E sarà una delle condizioni essenziali per favorire la possibilità di neve a quote di pianura, in quanto la colonna d’aria verticale rimarrà su temperature prossime o al di sotto delle zero, anche quando inizieranno le precipitazioni.

Le zone favorite da questa condizione e che hanno buona probabilità di vedere la neve al piano nella giornata dell’Immacolata sono il Piemonte, le aree dell’entroterra ligure, parte dell’Emilia e la Lombardia specie quella occidentale.

Altezza della Neve stimata e direzione del vento
Altezza della Neve stimata e direzione del vento

I settori del nord Italia posti più verso est saranno sfavoriti, visto l’ingresso delle correnti meridionali legate alla bassa pressione che andrà a formarsi sul Mar Ligure, e che determineranno un progressivo rialzo della quota neve. Gli accumuli, stando alle emissioni attuali potrebbero veder una decina di centimetri su varie località del torinese.

Cosa potrebbe andar storto? Come detto per la neve basta un minimo mutamento e si rischia di veder rovinata l’occasione!

La questione determinante, anche per la sua durata sarà data proprio dal cuscino freddo, che dovrà resistere e non venir “mangiato” dalle correnti più calde meridionali, almeno fin alla traslazione del minimo verso est. Questo perché con lo spostamento della bassa pressione potrà essere sostenuto da nuova aria fredda in ingresso.

FOCUS NEVE per l’8 Dicembre, tutti i dettagli e le quote neve =>APRI

Non ci resta quindi che attendere, P.s. nei prossimi giorni pubblicheremo un focus più dettagliato. Al prossimo aggiornamento!

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.