Nuova settimana nuova instabilità

La nuova settimana non vedrà grossi mutamenti e sarà ancora caratterizzata da condizioni instabili. Questo a causa di una circolazione di bassa pressione che continua a stazionarie sulla Gran Bretagna, influenzando il tempo su varie zone dell’Europa Centrale.

L’avvio di settimana, vedrà quindi tra Lunedì 17 e Mercoledì 19 Maggio, condizioni variabili al Nord con possibili rovesci sulle Alpi con coinvolgimento anche dei settori di pianura specie al Nord-Est.

Nuova settimana nuova instabilità - Modello GFS

Tempo migliore al Centro, dove tuttavia non mancherà qualche isolato fenomeno tra Appennino Toscano e quello laziale. Al sud qualche locale annuvolamento sui versanti tirrenici, ma senza fenomeni.

Temperature in aumento ma caldo senza eccessi

A livello termico avremo un generale aumento delle temperature su gran parte dei settori della nostra penisola, fatta eccezione per i settori di Nord-Est, dove il transito di flussi instabili determinerà valori ancora sotto la media del periodo, specie nella giornata di Lunedì

Valori che risulteranno in media al Nord-Ovest e sui settori del centro, sopra media al Sud con punte sui 30°C e sul medio basso adriatico, complice anche l’attivazione di ventilazione favonica (Foehn).

Ci aspettiamo quindi una settimana dal punto di vista termico con valori tipici del periodo, ma senza un caldo anomalo, ovviamente facendo eccezione di alcune situazioni sopra descritte.

Trend fino al prossimo weekend – nuova depressione?

Dopo la metà della settimana l’instabilità dovrebbe limitarsi ai settori Alpine in orario diurno, permettendo condizioni di tempo più stabile e soleggiato sul resto della penisola.

Tra la giornata di Giovedì e Venerdì, la modellistica ci propone una nuova depressione che potrebbe puntare verso le nostre latitudini, riportandoci in una nuova fase instabile che ci coinvolgerà tra Sabato e Domenica. Ovviamente è presto per ulteriori dettagli e vi rimandiamo al prossimo aggiornamento!

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News