Perturbazione con aria artico marittima nel weekend


Tempo di lettura:1 Minuti, 14 Secondi

Dopo il passaggio perturbato di mercoledì 5 gennaio, nella giornata di domenica 9 Gennaio una nuova veloce perturbazione valicherà le Alpi da nord ovest con salto totale del nord Italia per quanto riguarda le precipitazioni.

Sono attesi alcuni fenomeni nevosi sui versanti esteri dell’arco alpino, mentre resteranno sotto vento con condizioni di foehn quelli italiani.

L’ingresso sul bacino del Mediterraneo porterà alla formazione di un minimo di pressione tra alto Tirreno, coste toscane e laziali, in veloce discesa verso il sud Italia (come ben visibile nella seconda mappa: entrambi le carte sono a cura del modello di previsione americano gfs).

La veloce evoluzione (dovuta anche alla spinta anticiclonica da ovest), non permetterà quindi approfondimento: di conseguenza i fenomeni non saranno abbondanti.

Nella fase finale della perturbazione entrerebbero isoterme fino a -10° sulle Alpi di confine del nord est, -5°/-6° al confine tra Toscana ed Emilia e di poco sotto lo zero sul resto del centro sud

Alla luce di questo quadro le precipitazioni risulterebbero nevose a quote molto basse sulla Toscana fino a sfiorare la pianura (più verosimilmente intorno ai 400/500m di quota). => Vedi Approfondimento

A quote più alte (ma comunque inferiori ai 1000m) procedendo verso il meridione con accumuli probabilmente maggiori sulla catene appenninica interna e sui rispettivi versanti orientali.

Si tratterà in ogni caso di nevicate deboli e solo localmente moderate

Qui la sommatoria dei cm di neve attesi entro domenica sera (da non considerare la catena alpina con i vecchi accumuli).

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News