Prosegue l’instabilità tra il medio Adriatico e il meridione, 8-10 Ottobre 2021

Il vortice ciclonico continua a insistere sulla nostra penisola col suo minimo di azione tra il basso Tirreno e lo Ionio, carico di aria fredda ed alimentato da un mediterraneo caldo.

In tale posizione continuerrà a sostenere la formazione di forti rovescio o temproali sul medio adriatico e le regioni del sud italia.

Immagine dal satellite della NASA di Giovedì 7 Ottobre

La giornata di Venerdì vedrà un graduale miglioramento anche al Nord-est e il medio-alto tirreno.

Precipitazioni intense ancora su basse Marche, Abruzzo, Molise e Puglia specie settentrionale con accumuli possibili oltre i 100mm su alcune aree. Elevata instabilità sul resto del meridione.

Avremo per lo più la formazione di multicelle con associati nubifragi, grandine piccola e raffiche di vento. Da non escludere la formazione di altre trombe marine.

Accumuli per venerdì

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, è stata valutata per la giornata di domani, venerdì 8 ottobre, allerta arancione su parte di Marche, Molise e Puglia.

Allerta gialla su parte dell’Emilia-Romagna, sull’Umbria, Abruzzo, sui restanti settori di Marche, Molise e Puglia, sulla Basilicata e su parte di Lazio, Campania, Calabria e Sicilia.

Per la giornata di Sabato vedrà ancora tempo molto dinamico al meridione con il rischio di forti temporali, mentre fenomeni minori sul medio adriatico.

Sulle zone prima citate avremo ancora rischio di forti piogge, grandine piccola e vento.

Domenica ancora piogge al meridione, variabile sul medio adriatico e soleggiato altrove. Temperature in calo.

Accumuli per Sabato

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News