Rapido peggioramento poi Anticiclone


Tempo di lettura:1 Minuti, 35 Secondi

Si conclude questa settimana con la perturbazione numero 2 del mese di Febbraio che dopo aver raggiunto le Alpi nel finire della giornata di Domenica, scivolerà sui Balcani e lambendo parzialmente il medio basso adriatico. Si attiveranno inoltre forti venti, anche di Foehn, con mareggiate lungo le coste esposte.

Il Nord della penisola, rimarrà ancora fuori da questa debole fase perturbata, e la ventilazione di favonio, non aiuterà la già difficile situazione siccitosa.

La nuova settimana, non vedrà grossi mutamenti, avremo ancora una volta l’alta pressione che tornerà a bloccare l’ingresso di perturbazioni atlantiche, ma vediamo la situazione nel dettaglio:

Meteo Lunedì – l’avvio di settimana vedrà quindi il parziale interessamento della nostra penisola da un blando fronte perturbato che apporterà nevicate sulle aree Alpine di confine, e qualche pioggia sparsa sui settori centro-meridionali tra Campania e alta Calabria, Marche, Umbria e Molise. Neve in sede Appenninica dai 1.300/1.400m.

Al Nord, dapprima al nord-ovest e poi nel corso del giorno anche al nord-est, il tempo risulterà stabile e soleggiato.

Meteo Martedì – La giornata di Martedì risulterà caratterizzata da condizioni di tempo stabile, fatta eccezione per una innocua nuvolosità all’estremo sud. La ventilazione, ancora attiva, ridurrà la formazione di nebbie.

Da metà della settimana, la modellistica ci propone la rimonta dell’anticiclone di matrice sub-tropicale, che oltre a garantire un blocco da nuove perturbazioni atlantiche, inversioni termiche, con il ritorno delle nebbie nelle valli del nord. Lo zero termico salirà nuovamente, toccando i 3.500/3.600m, non buono per le nostre montagne.

La giornata di Mercoledì vedrà quindi una giornata pressoché stabile e soleggiata, fatta eccezione per la possibilità di nebbie, specie al mattino, in Pianura Padana.

Il trend meteo a seguire vede verso il prossimo weekend un indebolimento del sistema alto-pressorio, ma almeno per il momento non sembra la nostra penisola coinvolta da perturbazioni di rilievo. Al prossimo aggiornamento!

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.