Verso un weekend di maltempo con freddo e neve fino in collina

Bentrovati amici l’Alta pressione delle Azzorre continua a rimanere defilata nell’Oceano Atlantico permettendo la discesa di aria molto fredda artica-continentale sull’Europa centro-orientale e la nostra penisola.

L’Anticiclone proprio in queste ore sta raggiungendo i suoi massimi fino all’Islanda e la Groenlandia con temperature a dir poco eccezionali anche fuori scala modellistica con punte di oltre 25°C sopra la media forse anche 30°C. Tutto questo mentre nel nostro mediterraneo continua a scendere correnti settentrionali con temperature fin -8/-12°C rispetto al mese di Marzo.

Anomalie termiche di Giovedì 18 Marzo

Ricordiamo che la Primavera è la stagione regina di importanti contrasti tra le correnti polari e quelle invece oceaniche o africane. E’ così che si possono avere repentini cambiamenti nel tempo.

Vediamo cosa accadrà in questo resto della settimana che si mostra ancora molto movimentato, ventoso e rigido.

Partiamo da domani Venerdì dove si andrà a formare l’ennesimo vortice depressionario sulla Sardegna che porterà diversa nuvolosità a tratti sul territorio, ma con maltempo soprattutto al Centro-sud. Più ai margini l’interessamento delle aree più occidentali del Nord-ovest.

Le piogge saranno più probabili sull’isola Sarda, Sicilia, Lazio, Campania, Abruzzo in estensione a Molise e il meridione verso sera. Da non escludere qualche temporale sul basso tirreno.

Neve che cadrà sull’Appennino centrale attorno ai 600-800 mentre la parte sud sopra 1000m (in campania fin 300m verso la notte tra Benevento ed Avellino). Qualche fenomeno atteso in giornata anche su Romagna,Marche, Appennino emiliano-toscano e Appennino umbro, con neve dai 700/900m. Non è escludibile la possibilità di fiocchi anche più bassi su questi rilievi.

Deboli nevicate sulle Alpi con locali addensamenti più probabili su Piemonte occidentale, Liguria di confine, settori centrali con quota attorno 400-600m. ma localmente più in basso.

Ancora gelate e valori attorno allo zero al centro-nord, massime in calo tra nord-ovest, medio tirreno e Sardegna con un clima tipicamente invernale e marcate anomalie termiche per il periodo.

Venti tesi di maestrale in Sardegna, deboli-moderati da est ad esclusione per il meridione dove invece spireranno da ovest.

Pressione al suolo per Venerdì 19 Marzo

Sabato avremo al Nord e Toscana tempo variabile con alternanza di sole e nuvole, ma con addensamenti solo isolati sull’Appennino e le prealpi centrali con fiocchi ai 500-700m. La perturbazione n°9 sarà sullo Ionio portando ancora precipitazioni su medio adriatico, sud e Sardegna. Nevicate sull’appennino centrale attorno 500-800m a quote maggiori altrove.

Tra sera e notte osserveremo una tendenza al peggioramento sulle aree ioniche, mentre altrove i fenomeni tenderanno ad esaurirsi. Durante il giorno saranno possibili deboli nevicate sulle colline del basso Piemonte ed Emilia-romagna. Qualche fiocco isolato anche sui settori alpini centrali fin a quote di collina

Temperature anche sotto lo zero al mattino in diverse zone del Nord. Valori massimi sopra i 10°C solo all’estremo sud, Isole e tirreniche.

I venti in rinforzo di Bora o di Grecale su alto adriatico e tirreniche, tramontana in Liguria.

Domenica arriverà la perturbazione n°10 in risalita dal nord Africa con ancora rovesci a tratti intensi al Sud. Instabile nelle aree centrali (tra Adriatiche e Lazio) e Sardegna. Neve sull’Appennino settentrionale attorno 300-500m , mentre su quello centro-meiridonale 400-600m ma fin 1200m in Calabria. Ancora fiocchi isolati sulle Alpi centrali fin a quote di collina. Soleggiato al Nord salvo addensamenti sui confini alpini.

Clima molto freddo al centro-nord, sulle Alpi si toccheranno valori -15°C a 1500m. Temperature in momentaneo rialzo al meridione. Venti forti settentrionali, da sud sullo Ionio.

Temperature alla quota di 1500m per Domenica

Tendenza Meteo prossima settimana

L’aria fredda continuerà ad arrivare da nord-est sul nostro stivale interessando sempre le stesse zone, con piogge possibili soprattutto sul medio adriatico e meridione. Ancora gelate nelle interne del centro-nord. Solo dalla seconda metà le temperature dovrebbero riavvicinarsi alle medie. Vi rimandiamo al prossimo aggiornamento per maggiori dettagli.