Weekend Primo Maggio Instabile tra Sole e Temporali


Tempo di lettura:2 Minuti, 10 Secondi

L’alta pressione che ha interessa l’Europa occidentale ed il Mediterraneo si indebolirà nel corso del weekend del primo maggio, permettendo l’ingresso di un nucleo fresco ed instabile che dalla mattina di Sabato 30 Aprile inizierà ad interessare le regioni nord occidentali con nuvolosità e primi fenomeni di instabilità.

Sud Italia interessato da una depressione africana che darà luogo a qualche fenomeno tra Sicilia e bassa Calabria.

Una buona occasione per nuove piogge al Nord, ma insufficienti a colmare i mesi di deficit pluviometrico. Ma come si dice, “meglio poco che niente!“.

Vediamo adesso la situazione meteo nel dettaglio in questo Weekend del Primo Maggio e per la prima settimana del nuovo mese.

Il Meteo per Sabato 30 Aprile

Nord Fenomeni temporaleschi anche forti su arco Alpino, nuvolosità in aumento al nord ovest con primi fenomeni su Piemonte e localmente in Lombardia e nord est nelle zone pedemontane e pedecollinari. Fenomeni anche su Liguria e locali su Pianura Padana.

Centro Instabilità su alta Toscana. Nubi in aumento dalla sera anche sul resto della Toscana, per il momento senza fenomeni degni di rilievo. Più soleggiato altrove.

Sud Fenomeni che potranno raggiungere in serata la Sicilia meridionale. Stabile sui restanti settori

Il Meteo previsto per la giornata di Domenica Primo Maggio

Nord Fenomeni temporaleschi su Alpi e pianura padana dalla notte, coinvolte anche le zone limitrofe ai rilievi del nord, fenomeni più organizzati nelle ore più calde.

Centro in mattinata e poi nel pomeriggio, transito di instabilità e fenomeni temporaleschi a “macchia di leopardo” soprattutto su Toscana ed Appennino.

Sud nuvolosità in aumento con fenomeni che potranno interessare la Sicilia e la bassa Calabria. Più velato / stratificato sugli altri settori.

Il Meteo previsto per i primi giorni di maggio

Da lunedì 2 Maggio assisteremo ad un miglioramento delle condizioni meteorologiche, anche se nelle ore più calde ci sarà lo sviluppo di nubi e conseguente attività temporalesca sui rilievi, in sconfinamento alle zone limitrofe.

I giorni a seguire saranno ancora caratterizzati da una spiccata variabilità, complice l’assenza di un robusto campo alto pressorio in sede Mediterranea e la presenza di un attivo flusso in quota, umido di origine atlantica, che renderà l’atmosfera molto instabile. Questo sarà favorevole allo sviluppo di precipitazioni a carattere convettivo specie lungo i rilievi.

Fino alla metà della settimana pertanto, le aree montuose in particolare quelle Alpine, ma anche localmente la Pianura Padana, potranno essere coinvolte dallo sviluppo di temporali.

Tempo invece migliore o per meglio dire più stabile al Sud che rimarranno pressoché fuori da questa configurazione.

Vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti per ulteriori dettagli e l’outlook sui Temporali.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram