Aeolus un nuovo Satellite per i dati sul Vento

Il prossimo 21 Agosto verrà lanciato il nuovo satellite della Esa, (Agenzia Spaziale Europea). Si chiama Aeolus e sarà in grado di tracciare le correnti atmosferiche al fine di monitorare la circolazione sulla Terra.

Come funziona Aeolus?

Aeolus si posizionerà a circa 320km di altezza e rispetto ad altri satelliti meteorologici, utilizzerà uno strumento che mai prima d’ora è stato lanciato nello spazio, trattasi del LIDAR (Light Detection and Ranging o Laser Imaging Detection).

Questo sistema emette impulsi di luce ultravioletta che attraversano l’atmosfera e rimbalzano sulle molecole d’aria, polvere sospesa e goccioline d’acqua.

Grazie a questi segnali il Lidar, riesce a fornire informazioni sulla velocità e direzione del vento quasi in tempo reale, permettendo così una maggiore precisione nelle previsioni meteorologiche e climatiche.

 

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore, Previsore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli ed elaborazione delle previsioni meteo. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!