Tempo di lettura:1 Minuti, 21 Secondi

E’ il bilancio provvisorio dell’alluvione che ha colpito nella primissima mattinata di Sabato 26 Novembre 2022 l’Isola di Ischia, soprattutto in località Casamicciola.

Come riferiscono alcuni testimoni, tutto è iniziato poco dopo la mezzanotte con un fortissimo temporale accompagnato da scrosci e rovesci molto intensi.

Attorno alle tre si è iniziato a sentire dei forti boati, poi la prima frana e successivamente ne sono susseguite delle altre che hanno fatto cadere a valle, fango e detriti. Presto ancora per avere una stima completa dei danni.

Smottamenti che stando alle prime informazioni sembrerebbero essere partite dalla zona di via Celario, per poi dirigersi verso il mare causando danni in gran parte di Casamicciola.

Sull’Isola la situazione è ancora molto critica: le squadre di soccorso hanno faticato a raggiungere il luogo del disastro sia per le a causa delle avverse condizioni meteo, sia per la grande quantità di detriti caduta a valle.

Ad ora che scriviamo l’articolo risultano dalle comunicazioni ufficiali che i soccorritori sono riusciti ad estrarre un giovane dal fango, mentre ancora 11 persone sono ancora disperse,

La frana ha travolto auto trascinandole in mare e alcune abitazioni nel comune di Casamicciola Terme.

Attualmente vi sono trenta famiglie isolate nella zona del Celario, a monte di piazza Maio nel comune di Casamicciola mentre la corrente elettrica è interrotta in alcune zone dell’Isola.

Sull’Isola sono presenti circa 64 unità tra cui sommozzatori, dronisti ed elicotteri. Si cerca di aprire un varco pedonale per spostare più persone dalla zona delle frana in luoghi più sicuri, per poterli farli alloggiare in piena sicurezza.

Resta Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Fabio Porro

Appassionato di Meteorologia e di informazione in generale, si occupa de redigere post ed approfondimenti su vari temi.