Ibis Sacro avvistato nel Pisano


Tempo di lettura:57 Secondi

Non uno ma ben tre esemplari di Ibis Sacro, sono stati avvistati nelle campagne pisane e fotografati, come vediamo dalle immagini allegate da Francesco Meduri.

Questi stupendi esemplari dall’inconfondibile becco nero ricurvo, sono stati notati nelle campagne tra il comune di Pisa e Cascina.

L’Ibis Sacro, il cui nome scientifico è Threskiornis aethiopicus, è una specie di Ibis originario dell’Africa Subsahariana. Nell’antichità in Egitto era venerato come simbolo del dio Thot.

Le sue dimensioni sono abbastanza rilevanti: è lungo dai 56 ai 69cm, mentre l’apertura alare può arrivare dai 112 ai 124cm. Il peso mediamente si aggira intorno a 1/1.5kg

Questo uccello si è “naturalizzato” in diversi paesi europei, e per il pisano non è la prima volta che questa specie, considerata invasiva, viene farci visita. Nel passato infatti, avvistamenti di Ibis Sacro, lo si ebbero nella zona del padule di Bientina, con una colonia di circa 25 esemplari.

Per il resto d’Italia, l’Ibis sacro si può incontrare in vicinanza dei laghi o fiumi, come nel Polesine lungo il Mincio, nella zona del delta del Po e tra le campagne tra Novara e Vercelli.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.