Che cos’è l’indice UV

La radiazione solare o meglio definita con UV (indice universale della radiazione UV solare) descrive il livello di radiazione ultravioletta solare che raggiunge la superficie terrestre in una certa area.

I valori partano da 0 fin ad arrivare a grado 12 e fanno riferimento ad una apposita scala di pericolosità: maggiore è il valore dell’indice, maggiore è il rischio di un potenziale danno per la pelle e per gli occhi e minore è il tempo necessario per cui tale danno si venga a creare.

I livelli di radiazione UV tendono a subire mutamente nel’arco della giornata, il cui massimo si raggiunge durante un arco di tempo di circa quattro ore centrate sul mezzogiorno solare.

La radiazione UV, tende poi ad essere condizionata da alcuni fattori come: lo spessore e la densità della fascia protettiva di ozono stratosferico.

Questo perchè quando una molecola di ozono, viene irradiata dalla radiazione ultravioletta, questa assorbe energia scindendosi in una molecola di O2 e in un atomo di O, assorbendo in questo processo parte della radiazione proveniente dal sole.

Pertanto anche la località dove ci troviamo può influenzare la quantità di radiazione UV che raggiunge il suolo.

Scala Cromatica Internazionale dell’Indice UV

Indice UVDescrizioneProtezioni necessarie
0Intensità dei raggi solari quasi nulla, nessun danno alla pelle, esposizione 100% sicura, anche per neonati e bambini piccoli. Questi valori si raggiungono all’alba, al tramonto oppure durante le giornate di pioggia.Non è necessaria alcuna protezione.
1-2Intensità dei raggi solari ridotta, nessun danno alla pelle, esposizione sicura. Questi valori si raggiungono nella prima mattina (h 8-9) e nel tardo pomeriggio (h 17:30-18:30 circa).Sono sufficienti occhiali da sole leggermente oscurati (categoria 0 o 1). Anche la pelle delicata dei bambini tollera abbastanza bene il sole, ma è comunque meglio usare una crema solare.
3-5Intensità dei raggi solari moderata, esposizione abbastanza sicura. Questi valori si raggiungono durante le ore centrali del mattino (h 9:30-10:30) e nelle ore centrali del pomeriggio (h 16:00-17:00).Usare occhiali da sole mediamente oscurati (categoria 2) e creme solari a basso o medio fattore (a seconda del tipo di pelle). I neonati ed i bambini piccoli, oltre ad essere protetti con creme ad alto fattore (30, 50 o 50+) devono indossare maglietta e cappello.
6-7Intensità dei raggi solari elevata. Esposizione rischiosa per le pelli chiare o non troppo scure. Questi valori si raggiungono in tarda mattina (10:30-11:30) e nel primo pomeriggio (15:00-16:00).I neonati ed i bambini piccoli devono rimanere in casa o comunque ben riparati dal Sole. I ragazzi e gli adulti devono proteggersi con occhiali da sole scuri (categoria 3), cappello, creme solari a basso, medio o alto fattore (a seconda del tipo di pelle) e, se necessario, stando all’ombra.
8-10Intensità dei raggi solari molto elevata. Esposizione molto pericolosa, sia per la pelle che per la salute in generale. Questi valori si raggiungono soltanto tra le ore 12:00 e 14:30 e in assenza di nuvole.Se possibile, evitare di uscire di casa, altrimenti evitare la luce diretta del sole: stare all’ombra, proteggersi con creme solari a medio, alto o altissimo fattore (a seconda del tipo di pelle), indossare maglietta, cappello e occhiali da sole scurissimi (categoria 4).
11-12>Intensità dei raggi solari estrema. Esposizione pericolosissima per chiunque. Le radiazioni ultraviolette possono provocare gravissimi danni alla salute.Non si deve assolutamente uscire di casa.

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore, Previsore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli ed elaborazione delle previsioni meteo. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...