Il Terremoto di Messina e Reggio Calabria del 28 dicembre 1908


Tempo di lettura:1 Minuti, 6 Secondi

Correva l’anno 1908 e il 28 dicembre alle ore 5.20, un terremoto di magnitudo 7.1 colpisce la città di Messina e Reggio Calabria.

Il sisma portò una forte devastazione, con molti edifici che andarono distrutti tra le due città di Messina e Reggio Calabria. Ma il peggio non era ancora passato, il colpo di grazia avvenne uno Tsunami, (maremoto), con onde che si stima raggiunsero i 13 metri di altezza.

La catastrofe fu fatta, con molte persone che si erano spostate sulla costa per evitare i crolli degli edifici ancora pericolanti.

Il Terremoto di Messina e Reggio Calabria del 28 dicembre 1908

Il sisma, secondo le stime dell’epoca, uccise tra le 80.000 e le 100.000 persone sulle due coste dello stretto e causò circa 100mila sfollati.

Anche il bilancio dei feriti e dei danni materiali fu altissimo. Le repliche si ripeterono nei giorni a seguire fin a fine del mese di Marzo dell’anno 1909.

I soccorsi non furono immediati, all’epoca non esisteva ancora un sistema organizzato di protezione civile come ai giorni nostri. Parteciparono ai soccorsi il 29 dicembre alcune navi russe ed inglesi.

Il terremoto di Messina e Reggio Calabria fu un’emergenza senza precedenti, a seguito del quale venne introdotta la classificazione sismica del territorio. Dal 1909, infatti, fu emanato il primo Regio Decreto contenente le norme per le costruzioni nei territori classificati.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Redazione RMA

Redazione di Rete Meteo Amatori per info e segnalazioni non esitare a contattarci