La Storica Nevicata a Roma del 30 Dicembre 1939


Tempo di lettura:1 Minuti, 45 Secondi

Facciamo un salto indietro nel tempo e ripercorriamo con questa analisi, le condizioni che portarono alla nevicata del 30 dicembre 1939 che interessò la capitale, Roma.

Prima di tutto c’è da dire che per vedere la “dama bianca” sulla città eterna, sono necessarie delle determinate condizioni bariche, come un poderoso ingresso d’aria fredda artico-continentale al suolo, in parte dalla porta della Bora di Trieste e in parte dal golfo del Leone.

L’episodio del 1939, come vediamo dalle carte allegate, la presenza di una massa d’aria più fredda che si estendeva dalla Russia europea fino all’Austria, arrivando fin al nord-est dell’Italia.

Nella serata del 29 Dicembre, il nucleo più freddo si abbasso verso latitudini meridionali e permettendo così l’afflusso d’aria più fredda che permise quell’ulteriore calo termico da favorire la neve alla quote di pianura.

L’ingresso del freddo al contrario di altre simil configurazioni, è stato meno irruento e nella giornata del 28 dicembre, non ha sfondato direttamente sull’Italia, ma ha lasciato la nostra penisola sotto correnti più umide da Sud-Ovest in quota.

Altro aspetto che si può notare da questa configurazione, fu il fatto che, al momento dell’inizio dell’evento nevoso non vi fosse la presenza di un tipico minimo di bassa pressione in area tirrenica.

E cosa permise la presenza di precipitazioni? Questo fu compensato dalla presenza in quota di un buon flusso d’aria umida da sud ovest, che garantì condizioni di tempo perturbato e permise, con l’interazione dell’aria continentale pellicolare, alla neve di raggiungere le quote di pianura.

Semplificando, possiamo affermare che l’irruzione fredda riuscì a generare una ciclogenesi sul mar tirreno senza una ben strutturata depressione.

Il 30 Dicembre 1939 la Capitale Roma, vide così accumuli dai 15cm (per i quartieri del centro storico) ai 30cm (per i quartieri più alti).

La nevicata del 1939 si ricorda come una delle 6 nevicate più importanti che hanno interessato Roma nel corso del ventesimo secolo, ed una delle cinque che fece registrare accumuli >= ai 15cm.

Foto della nevicata a Roma del 30 Dicembre 1939

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.