Primavera 2020 al momento molto secca

La Primavera 2020 sta risultando molto secca rispetto agli ultimi 60 anni.

I dati pubblicati dal CNR con l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima hanno rilevato un deficit pluviometrico per il mese di Marzo a scala nazionale del -60%.

Foto d’archivio fiume PO 18 Febbraio 2020

A soffrire maggiormente questa mancanza d’acqua è il nord, che registra un -70%, cui segue il centro con il -59% e il sud con il -41%. Una situazione che non ha inizio da Marzo, ma si trascina già dall’inizio dell’anno.

Facendo un esempio pratico, mancano all’appello 23,4 miliardi di metri cubi d’acqua, ovvero il volume del Lago di Como.

Oltre alla piogge, i dati di ISAC, hanno rilevato per il mese di Marzo 2020, temperature a livello nazionale, complessivamente sopra la norma, con un’anomalia di +0,37°C rispetto al periodo (1981-2010).

Non il Marzo più caldo di sempre a livello nazionale, che come ricordiamo è stato quello del 2001, con un’anomalia del +2,91°C

Marzo 2020 il 2° più caldo a livello globale dal 1880 =>VEDI