Terremoto di Magnitudo 4.0 a Cirò, Crotone: dettagli e impatti

Tempo di lettura:1 Minuti, 25 Secondi

Il 29 maggio 2024 alle ore 14:07 italiane, un terremoto di magnitudo Richter ML 3.9, Mw 4.0, è stato registrato dalla Rete Sismica Nazionale in provincia di Crotone. L’epicentro è stato individuato a circa 6 km dal comune di Cirò, situato a nord di Crotone, ad una profondità di 24 km.

Sequenza Sismica nella Zona

Nell’area colpita, il 24 maggio 2024, alle ore 19:35 italiane, si era già verificato un terremoto di magnitudo Richter ML 4.0 a una profondità di 23 km.

Da quel momento fino all’ultimo aggiornamento delle ore 15:15 del 29 maggio, sono stati registrati circa 100 eventi sismici.

Di questi, due hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 4.0, uno con magnitudo tra 3 e 3.9, quindici tra 2 e 2.9, mentre tutti gli altri hanno avuto magnitudo inferiore a 2.0.

Pericolosità Sismica della Zona

La regione interessata presenta una pericolosità sismica medio-alta, come evidenziato dalla Mappa della Pericolosità Sismica del territorio nazionale (MPS04) e dai numerosi terremoti significativi del passato.

Rilevazioni e Impatti

La stazione sismica di Cirò (IY.CIRK) ha registrato valori di PGA pari a 0.69%g e PGV pari a 0.40 cm/s.

Il terremoto è stato avvertito nella parte centrale della Calabria, includendo le province di Crotone e Catanzaro, e nella parte meridionale della Puglia, comprendendo le province di Taranto, Lecce e Brindisi. Questi risentimenti sono stati confermati dalla mappa dei risentimenti macrosismici, aggiornata con i questionari inviati al sito www.hsit.it.

L’evento sismico del 29 maggio 2024 rappresenta un’importante sequenza sismica che continua a interessare la provincia di Crotone e le aree limitrofe.

Fonte dati ed analisi INGV

Resta Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Autore del Post

Redazione RMA

Redazione di Rete Meteo Amatori per info e segnalazioni non esitare a contattarci