AR6 il nuovo rapporto sul Clima da parte dell’IPCC


Tempo di lettura:1 Minuti, 59 Secondi

Il gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), con la 56esima sessione, ha approvato il “Summary for Policymakers del contributo del Working Group III” al sesto ciclo di valutazione (AR6).

Un rapporto che fornisce una valutazione globale aggiornata dei progressi e degli impegni assunti nella mitigazione dei cambiamenti climatici.

Dal report, vengono esaminate le fonti delle emissioni globali e valutando gli sviluppi negli sforzi di riduzione e mitigazione, considerando l’impatto degli impegni nazionali sul clima in relazione agli obiettivi di emissioni a lungo termine.

L’IPCC con un comunicato stampa, fa sapere che dobbiamo muoverci e riusciremo quanto meno a dimezzare le emissioni entro il 2030.

il presidente dell’IPCC Hoesung Lee ha affermato:

Siamo a un bivio. Le decisioni che prendiamo ora possono garantire un futuro vivibile. Abbiamo gli strumenti e il know-how necessari per limitare il riscaldamento.

Sono incoraggiato dall’azione per il clima intraprese in molti paesi. Ci sono politiche, regolamenti e strumenti di mercato che si stanno rivelando efficaci. Se questi vengono ampliati e applicati in modo più ampio ed equo, possono supportare profonde riduzioni delle emissioni e stimolare l’innovazione

Importanti transizioni nel settore energetico saranno necessarie per limitare il riscaldamento globale, con una sostanziale riduzione dell’uso di combustibili fossili e favorendo l’uso di tecnologie più sostenibili da cui trarre energia.

Gli Scenari peggiori con questa tendenza sarebbe auspicabile, afferma l’IPCC, limitare il riscaldamento globale a circa +1,5°C qualora le emissioni di gas serra raggiungano il picco al più tardi entro il 2025 e si riducano di almeno il 43% entro il 2030. Oltre ad una riduzione del metano di circa un terzo.

Jim Skea, copresidente del gruppo di lavoro III dell’IPCC, ha affermato:

Senza riduzioni immediate e profonde delle emissioni in tutti i settori, sarà impossibile, limitare il riscaldamento globale a 1,5°C. La temperatura globale si stabilizzerà quando le emissioni di anidride carbonica raggiungeranno lo zero netto.

Emissioni globali nette di GHG di origine antropica (GtCO2-eq yr-1) 1990–2019

La situazione in cui ci troviamo oggi è determinata da oltre un secolo di energia ed uso insostenibile del suolo e delle varie forme energetiche.

Azioni di mitigazione nell’industria, potranno ridurre l’impatto ambientale, come l’utilizzo di fonti energetiche alternative negli spostamenti quotidiani. Adattamenti fondamentali per uno sviluppo sostenibile e per migliorare la salute della comunità.

Per maggiori informazioni e dettagli, vi rimandiamo al rapporto completo dell’IPCC => APRI

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Redazione RMA

Redazione di Rete Meteo Amatori per info e segnalazioni non esitare a contattarci