Deforestazione in Brasile inarrestabile nei primi mesi del 2022


Tempo di lettura:1 Minuti, 2 Secondi

E’ quanto emerge dal report condotto dall’INPE ( l’Istituto per la ricerca spaziale brasiliano), anche se a marzo vi è stato un allentamento, i primi tre mesi del 2022 sono stati segnati da un incremento del 64%. rispetto allo scorso anno .

Sotto l’assedio delle motoseghe un’area di foresta tropicale pari a 941 km quadrati è svanita in tre mesi,  una superficie equivalente a quasi tre volte la città di Belo Horizonte.

Deforestazione in Brasile inarrestabile nei primi mesi del 2022
Foto di repertorio

Greenpeace Brazil denuncia la battuta d’arresto nella gestione ambientale, un obiettivo importante negli passati ed aggiunge..

Qualsiasi governante e politico serio dovrebbe almeno onorare la costituzione e garantire i diritti dei popoli indigeni, oltre a promuovere il riconoscimento dei territori indigeni, una strategia che si è rivelata anche efficace nel ridurre la deforestazione

Ma quello che vediamo è l’opposto di quello con progetti che aprono questi territori ad attività predatorie oltre a fermare la demarcazione delle terre indigene.

La conservazione delle foreste e di altri ecosistemi è tra le soluzioni individuate dall’IPCC per limitare il riscaldamento globale a 1,5°C. 

Tuttavia, il Brasile che avrebbe tutte le condizioni per essere un leader climatico, sta attraversando un’amministrazione federale che cammina deliberatamente nella direzione opposta, agendo in modo incompatibile con gli avvertimenti della scienza.

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo e non solo!

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News

Oppure iscriviti ai nostri canali Whatsapp e/o Telegram

Autore del Post

Fabio Porro

Appassionato di Meteorologia e di informazione in generale, si occupa de redigere post ed approfondimenti su vari temi.