Hubble in panne

Il noto telescopio Hubble è in “panne” dal 13 Giugno 2021 e i tecnici della NASA dovrebbero aver capito la causa del malfunzionamento.

Il Payload di Hubble, ovvero il computer che controlla, coordina e monitora gli strumenti scientifici del telescopio è passato in modalità “Safe Mode”, ovvero una sorta di modalità provvisoria come per i nostri classici personal computer.

Credits: NASA/Smithsonian Institution/Lockheed Corporation

Questo ha costretto il Telescopio Hubble ad un riposo forzato, dando uno stop alle consuete operazioni scientifiche.

I tecnici della NASA, come riportato nel comunicato stampa, pare abbiano individuato la causa del guasto.

Al contrario di quanto inizialmente ipotizzato il problema non riguarda le unità di memoria ma la Power Control Unit (PCU).

Questa unità di controllo si occupa oltre a regolare la potenza a bordo, fornendo i volt costanti e necessari al corretto funzionamento del payload computer e dei moduli di memoria, di una sorta di sistema “salvavita” per evitare che i livelli di tensione scendano al di sotto o al di sopra dei limiti consentiti.

In questo modo permette di passare in modalità safemode, preservando da danni irreparabili la strumentazione scientifica presente a bordo.

Con i test effettuati dal team della NASA, è emerso che il livello di tensione dal regolatore è al di fuori dei livelli accettabili (facendo scattare così il circuito di protezione secondario) inibendo le funzioni del telescopio Hubble.

Poiché nessun comando di terra è stato in grado di ripristinare la PCU, il team Hubble passerà al lato di backup dell’unità SI C&DH che contiene la PCU di backup.

Tutti i test delle procedure per il passaggio e le relative revisioni sono stati completati e la direzione della NASA ha dato l’approvazione a procedere.

Il passaggio è iniziato oggi giovedì 15 luglio e, in caso di successo, saranno necessari altri giorni prima di riportare completamente operativo l’osservatorio e proseguire alle normali operazioni scientifiche.

Non è la prima volta che il Telescopio Hubble si guasta, nel 2008 si è avuto un problema similare e pensare che questo strumento osserva l’universo da oltre 31 anni.

Ha catturato numerose immagini e i suoi dati sono stati utilizzati in oltre 18.000 articoli scientifici.

Ha contribuito ad alcune delle scoperte più significative del nostro cosmo, tra cui l’accelerazione dell’espansione dell’universo, l’evoluzione delle galassie nel tempo e i primi studi atmosferici dei pianeti oltre il nostro sistema solare.

Dai Hubble ti aspettiamo nuovamente Online!

Fonte NASA

Rimani Sempre Aggiornato sul Meteo

Seguici sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e su Google News