La Corrente di Risacca


Tempo di lettura:2 Minuti, 5 Secondi

Il mare è bello ma nasconde alcune insidie che possono risultare pericolose per la nostra salute. Una di queste e fra le più pericolose, è senza dubbio la corrente conosciuta con il nome di “corrente di risacca” o con il termine inglese di “rip current“.

Cos’è la Corrente di Risacca?

La corrente di risacca, definita anche con il termine di riflusso di ritorno, è un tipo di corrente marina che può risultare molto pericolosa.

Si verifica quando l’accumulo della massa d’acqua lungo la costa provoca un aumento della pressione che viene compensato da da un flusso di ritorno che si dirige dalla riva verso il largo ad elevata velocità, trascinando con sé tutto ciò che incontra.

Dove si può verificare la Corrente di Risacca? E come riconoscerla

La corrente di risacca si verifica in prevalenza negli specchi di mare davanti a spiagge sabbiose delimitate da promontori rocciosi, formando spesso dei canaloni sul fondale che rendono ancora più pericoloso il loro manifestarsi.

In alcuni casi la forza della corrente che si viene a creare è molto intenso tant’è che la loro velocità raggiunge i 9km/h ed oltre, rendendo difficoltoso anche per i nuotatori più esperti mettersi in salvo.

Per riconoscere la presenza di una corrente di risacca lo si può fare guardando semplicemente la superficie dell’acqua.

Nei punti in cui vi è la risacca si nota come l’acqua risulti avere una superficie liscia e ondulata; inoltre, le onde sono come spezzate in presenza di una forte corrente di ritorno.

Si può anche riconoscere la presenza di queste correnti guardando il profilo della spiaggia, che tenderà ad assumere la forma di una sequenza di insenature più o meno grandi a seconda della forza della mareggiata piuttosto che quella lineare tipica.

I punti che sono assolutamente da evitare in quanto sono i più pericolosi e che condono al risucchio sono quelli ai confini tra un’insenatura e l’altra.

Come uscire da una Corrente di Risacca

I luoghi dove si verificano le correnti di risacca generalmente sono ben noti e ben segnalati da appositi cartelli di pericolo, ed è sconsigliato procedere alla balneazione quando il mare è molto agitato o quando è presente la bandiera rossa di pericolo e/o divieto di balneazione.

Qual ora avete la sfortuna di finire all’interno di una corrente di risacca, la prima cosa da fare è evitare di farsi prendere dal panico.

Evitare inoltre di sprecare inutili energie cercando di contrastare la corrente per raggiungere la riva, ma nuotare parallelamente alla costa.

Autore del Post

Andrea Pardini

Amministratore Fondatore e Developer. Ragioniere, Perito Commerciale e Programmatore Informatico, con la passione per Meteorologia e la Scienza in generale. Attualmente Informatico presso una Web Travel Agency. Si occupa: del mantenimento della strumentazione e del portale web, stesura di articoli. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.