Neve “rossa” in Antartide

Da qualche settimana, a Vernadsky sull’isola di Galindez, base ucraina al largo della penisola più settentrionale dell’Antartide, la neve è diventata rossa.

Uno spettacolo che può sembrare suggestivo, ma che in realtà ha una spiegazione scientifica. Questa colorazione data al manto nevoso è infatti dovuta a delle alghe,  dette Chlamydomonas nivalis (unicellulari).

Un fenomeno che si manifesta comunque spesso nella stagione estiva in Antartide grazie alle temperature piu’ favorevoli. Oltre alla crorofilla(pigmento verde) contengono al loro interno il carotene(rosso).

Quest’ultimo protegge la pianta dalle radiazioni ultraviolette. Ma proprio questa colorazione rosso-anguria pare dagli ultimi studi che stia aumentando lo scioglimento dei ghiacciai.

Assorbendo calore infatti portano a maggior scioglimento della neve perchè ne diminuiscono la capacità di riflettere la luce (effetto albedo).

Tutto ciò, a sua volta, porta ad un maggiore riscaldamento, più fusione e più fioritura delle alghe.

Federico Baggiani

Amministratore Fondatore e Previsore. Studente di Scienze Agrarie, finalizzato in tecnico agronomo. Da sempre appassionato di Scienza e soprattutto della Meteorologia. Si occupa della stesura di analisi previsionali a breve-medio termine; articoli di attualità ambientale e climatica. Partecipa ai progetti: Archivio Eventi Meteo e Tornado in Italia.

Se trovi interessante il nostro operato, offrici un caffè!

Potrebbero interessarti anche...